Dormire: la miglior attività per il tuo cervello

Perché dormire è così importante? Cosa possiamo fare per dormire meglio?

11 ott 2018 Crescita personale - Tempo di lettura: min.

psicologi
Photo by Lauren Kay on Unsplash

«Se un giorno la mia capacità espressiva diventasse così vasta da ospitare tutta l'arte, scriverei un'apoteosi del sonno. Non conosco maggior piacere del sonno, la cancellazione totale della vita e dell'anima, il commiato dall'essere e dagli uomini, la notte senza memoria e senza illusione, la mancanza di passato e di futuro», Fernando Pessoa.

Dormire è una necessità primaria per tutti gli esseri umani. Eppure, non sempre diamo la giusta importanza a questa attività. Andare a dormire tardi o isoffrire di qualche disturbo del sonno, infatti, può mettere a dura prova le nostre energie durante la giornata e la nostra salute psico-fisica.

Sono tanti gli studi che mostrano i grandi benefici del dormire bene. Uno degli ultimi, è stato eseguito dalla dottoressa Maiken Nedergaard presso l'University of Rochester (New York). La ricerca è stata effettuata su dei topi da laboratorio cui è stata iniettata una proteina tossica. Durante il sonno questa sostanza è stata eliminata.

Secondo lo studio, infatti, sembra che le cellule del cervello si riducano del 60%. Lo spazio libero, lasciato appunto dalle cellule la cui dimensione si riduce, permette al liquido cerebrospinale di "pulire" rapidamente eventuali sostanze tossiche. Questi risultati potrebbero essere fondamentali per trovare un collegamento fra sonno e la prevenzione di alcune patologie che attaccano il cervello, come l'Alzheimer o il Párkinson.

I benefici di una buona qualità del sonno sono molteplici e ci aiutano a stare meglio a livello non solo fisico ma anche psicologico. Dormire bene vuol dire avere una miglior memoria e capacità di attenzione durante la giornata. Riduce, inoltre, il rischio di soffrire di determinate patologie psicologiche come la depressione. Quando dormiamo bene siamo più creativi, attivi e meno propensi ad avere problemi di salute.

arzu-cengiz-632558-unsplash.jpg

Photo by Arzu Cengiz on Unsplash

Cosa possiamo fare per dormire meglio? 4 chiavi per avere un sonno riparatore

Sappiamo che a causa dello stress o di determinate patologie, come l'apnea notturna, non sempre siamo in grado di avere un sonno di buona qualità. Ecco alcuni consigli per migliorare le ore che passiamo a letto.

  1. Prima di andare a dormire: ricorda di ventilare per bene la stanza prima di metterti a letto. Ridurre la temperatura cerebrale, infatti, aiuta a ridurre l'insonnia e l'attività del cervello. Allena, inoltre, la tua mente a capire che è ora di andare a letto, attraverso una serie di abitudini, come leggere, meditare o ascoltare musica.
  2. Cosa non fare prima di andare a letto: evita di utilizzare schermi e l'esposizione a una luce troppo intensa prima di andare a letto, perché la qualità del sonno potrebbe risentirne. Evita anche di cenare tardi e di mangiare troppo di sera o potresti avere problemi per addormentarti.
  3. Ore di sonno: è uno dei temi più discussi. Gli esperti consigliano di dormire almeno sei ore a notte, anche se, a seconda delle necessità di ogni persona, potrà essere necessario dormire almeno 7 o 8 ore ogni notte. Ricorda che ogni ora di sonno persa non può essere recuperata.
  4. Un risveglio graduale: non sottovalutare l'importanza del risveglio. Se ci svegliamo e ci alziamo dal letto in maniera graduale, magari con della musica soft, facendo meditazione o esercizio fisico leggero, daremo il tempo alla nostra mente di svegliarsi senza traumi e stress.

Lascia un commento

INFORMAZIONE BASICA SULLA PROTEZIONE DEI DATI
Responsabile: Verticales Intercom, S.L.
Finalità:
a) Invio della richiesta al cliente inserzionista.
b) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione dei propri prodotti e servizi.
c) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione di prodotti e servizi di terzi appartenenti a diversi settori di attività, che possono comportare il trasferimento di dati personali a suddetti terzi soggetti.
d) Segmentazione ed elaborazione di profili per scopi pubblicitari e di prospezione commerciale.
e) Gestione dei servizi e delle applicazioni fornite dal Portale per l'Utente.
Legittimità: Consenso dell’interessato.
Destinatari: È prevista la cessione dei dati ai clienti inserzionisti per rispondere alla sua richiesta di informazioni sui servizi annunciati.
Diritti: Ha il diritto di accedere, rettificare e sopprimere i dati o di opporsi al trattamento degli stessi o di uno qualsiasi degli scopi, così come accade con gli altri diritti, come spiegato nelle informazioni aggiuntive.
Informazione addizionale: Può consultare l’informazione addizionale e dettagliata sulla Protezione dei Dati su guidapsicologi.it/proteccion_datos

Articoli correlati