Divorzio dolce: come arrivarci?

Prima di arrivare a dividersi, le coppie con figli possono progettare la loro vita in funzione della minor sofferenza dei figli.

5 AGO 2016 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Divorzio dolce: come arrivarci?

È importante cercare di separarsi in maniera pacifica, e di prevenire qualsiasi tipo d'instabilità.

Per i figli prima di tutto.

Ma cos'è il divorzio dolce?

È un percorso di supporto alla famiglia ed agli adulti per prevenire il conflitto di coppia, e comunque pensare ad un eventuale divorzio nel mantenimento dell'armonia e della sicurezza dei figli.

Perchè è importante che un figlio si senta comunque amato e che non riceva traumi o si impaurisca davanti ad un periodo difficile della coppia genitoriale?

La nostra affettività, fondamento di tutti i rapporti vitali che instauriamo e instaureremo nel corso dell'intera nostra vita, è basata sui primari legami di famiglia e sul nutrimento ricevuto dalla mamma sommato alla stabilità impressa dal padre al nucleo. Un figlio impara a interpretare la vita guardando e assorbendo ciò che vive in famiglia: modi di fare, dire, atteggiamenti per fronteggiare le difficoltà, emozioni e tonalità di voce, decorso dei conflitti e comportamenti dei genitori quando vivono un contrasto. Quello che i genitori dicono, ed anche le loro espressioni corporee prima durante e dopo un contrasto col coniuge, sono tutti esempi di vita. Il figlio vede e memorizza due cose: il significato di famiglia, e il significato di sè stesso rispetto all'amore. Il decorso dell'amore, come comincia e come finisce, e soprattutto come si vive, vengono dal bimbo assorbiti in modo acritico. Amore è prima di tutto cura di sé, ricevere cure. Se vedo che mamma e papà non si prendono cura l'uno dell'altro, così faranno con me e questo mi darà paura. Così imparerò a fare con coloro che amo, prima di tutto con me stesso.

La paura guida gran parte dei vissuti emotivi di figli di genitori in crisi, poi viene rielaborata in vari modi che serviranno a sopravvivere. In sostanza ogni famiglia che si divide imprime un vissuto che per sempre sarà parte della personalità dei figli che la subiscono. Subiscono a seconda dell età e non se ne daranno mai una vera spiegazione poiché è arrivata loro da altri. Per questo vale la pena che, avendo figli, ci si senta in dovere nei loro confronti di pensare, ripensare, pianificare e prevenire ogni forma di instabilità affettiva in famiglia.

La cosa più difficile è quella di parlare con qualcuno, e non tanto perchè non ci si vogliano dire le cose quanto perchè si crede di poter fare da sè. Invece il confronto, che sia con un amico, un padre spirituale, uno psicologo, o comunque un estraneo, è indispensabile. anche facendolo da soli aiuta a riflettere e a creare in casa un clima che salvi i figli dalla paura che i conflitti infondono.

Prima di tutto, cari genitori, create un modo dolce di dividervi. E ancor meglio trovate e cercate nuovi modi di stare insieme.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Maria Chiara Talamo

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su terapia di coppia