Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Disturbi mentali

<strong>Articolo rivisto</strong> dal

Articolo rivisto dal Comitato di GuidaPsicologi

Per le finalità diagnostiche richieste faremo riferimento prevalentemente al manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali.

26 GIU 2017 · Tempo di lettura: min.
Disturbi mentali

Occorre procedere ad un'accurata analisi della domanda del paziente, quindi il motivo della consultazione psicologica. Riguarda sintomi d'ansia, tachicardia, sudorazione, e senso di soffocamento. Il paziente è preoccupato per l'insorgenza dei sintomi di panico, cerca di evitare i luoghi o persone che possano elicitare un attacco di panico.

È necessario approfondire la diagnosi, è opportuno svolgere un colloquio con i familiari, perché si ipotizza che il disturbo provenga da un sistema familiare disfunzionale che bisogna riportare alla normalità per normalizzare i sintomi d'ansia.

Attraverso la tecnica della ristrutturazione cognitiva col paziente si modificano i pensieri disfunzionali alla base del disturbo psicologico e si trovano risposte comportamentali più adattive con cui fare fronte alle problematiche psicologiche, perché è solo attraverso un trattamento cognitivo approfondito che si possono ridurre i sintomi psicologici.

Il panico è una risposta alla paura che si differenzia dalle risposte d'allarme tipiche dell'essere umano, per il fatto di avere un'esordio improvviso, ed è accompagnato da sintomi d'ansia come tachicardia, dispnea, sensazione di soffocamento, sensazione di formicolio o di testa leggera, e altri sintomi che insorgono subito dopo l'attacco di panico. Per questo motivo bisogna spiegare al paziente che i sintomi del panico non rappresentano qualcosa di pericoloso per la vita e non devono essere considerati come l'insorgenza di qualcosa di morale, bisogna spiegare al paziente di non focalizzarsi troppo sulle proprie sensazioni corporee, e attraverso le tecniche di rilassamento lo psicoterapeuta permette un rilassamento completo del paziente e inizia quel processo di collaborazione che permette la riduzione dei sintomi d'ansia.

Infine attraverso le tecniche di mindfullness therapy si cerca di riportare alla normalità i sintomi attraverso un cambiamento psicologico del paziente attuato attraverso le tecniche di rilassamento.

Bisogna aiutarlo a capire il significato inconscio rappresentato dall'ansia, le cause scatenanti che spesso provengono dal sistema familiare, i sintomi più gravi e meno gravi, l'insorgere dei sintomi e la risposta al trattamento

psicologi
Linkedin
Scritto da

Dott.ssa Scuderi Oriana

Lascia un commento

ultimi articoli su psicoterapia