Dire la verità ai figli sulla separazione si può

La difficoltà dei genitori nel dire la verità ai figli, soprattutto più piccoli, in caso di separazione

9 SET 2015 · Tempo di lettura: min.
Dire la verità ai figli sulla separazione si può

A volte non ci vuole tantissimo tempo o tantissime parole per spiegare le cose ai bambini. Molto spesso diamo per scontato che siano troppo piccoli per capire il mondo complicato dei grandi. Invece non è così. I bambini sentono che qualcosa sta cambiando, per questo è importante informarli sulla situazione.

I bambini sono intuitivi. A volte traducono le espressioni e la mimica del volto con il loro linguaggio. Si fanno un'idea delle cose. Anche quando mamma e papà si separano. E loro cercano un perché, nella loro testolina e nel loro cuore. A volte si sentono in colpa. Questo capita quando i genitori prendono decisioni senza coinvolgere i figli. Anche se sono piccoli, anzi, soprattutto se sono molto piccoli.

Non dare nulla per scontato

Invito sempre le coppie a parlare. A spiegare. A non dare niente per scontato. Ad essere chiari ed espliciti con i propri figli, soprattutto in caso di separazione. Se non si hanno gli strumenti adatti per farlo, perché non si sa da dove iniziare, è fondamentale chiedere un aiuto. Trovare le parole, il linguaggio adatto, il momento. Dire la verità con semplicità e chiarezza, accogliendo tutto ciò che verrà dopo. Il bambino può così sentirsi libero di mostrare il suo dolore, la sua rabbia, la sua tristezza. Verrà aiutato a capire.

Molti auto-generano la fantasia di essere la causa della separazione di mamma e papà. La causa dei loro litigi. La causa dei loro mutismi. I bambini che nell'angolino dell'ambiente domestico assistono a questi scenari di rottura, arrivano molto spesso a somatizzare il loro disagio e a farsi travolgere dalle loro emozioni, scaricando quella rabbia nascosta in problemi comportamentali o in un calo degli apprendimenti scolastici.

Uno spunto di riflessione per le coppie genitoriali che stanno attraversando una fase di rottura, perché possano farlo in un modo sano e nel rispetto dei bisogni più intimi, dei loro bambini.

Dott.ssa Teresa Bonu psicologa esperta in Neuropsicologia Clinica dell'Età Evolutiva

Scritto da

Dott.ssa Teresa Bonu

Lascia un commento

ultimi articoli su psicologia infantile