Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Dipendenze comportamentali: come uscirne?

<strong>Articolo rivisto</strong> dal

Articolo rivisto dal Comitato di GuidaPsicologi

Quante attività quotidiane posso appartenere a questo tipo di dipendenze senza che ce ne accorgiamo?

5 AGO 2014 · Tempo di lettura: min.
Foto: Jorge Quinteros en Flickr.com

Le dipendenze di consumo come quelle di altra natura nascono da un impulso alla soddisfazione e da un bisogno emergente, così vengono vissute con urgenza e disagio molto intensi se non si raggiunge questo tipo di soddisfazione.

Quante attività quotidiane posso appartenere a questo tipo di dipendenze senza che ce ne accorgiamo?

Attualmente si stanno coniando sempre più nomi di dipendenze che prima non venivano considerate, forse perché passavano inosservate oppure perché non esistevano. È proprio il caso della telefonia mobile, di internet, dello shopping e del gioco d'azzardo. E alcuni di questi possono addirittura sovrapporsi, come la dipendenza dallo shopping online, dal gioco online e dai social network.

Quella che inizialmente era un'attività piacevole, divertente e innocua, si trasforma in un'attività che dobbiamo necessariamente fare per sentirci bene, per sentire che non ci manca nulla e rimanere "tranquilli". Stare connessi in rete o rimanere appesi ad un sms che non è stato letto, diventa una responsabilità inevitabile, una priorità che emerge a poco a poco, finché non cattura tutte le nostre attenzioni.

Cosa succede quando per qualche motivo non rispondiamo a questa esigenza?

Quando ci mancano le risorse o gli strumenti per farlo (perché magari abbiamo dimenticato il cellulare da qualche parte, perché non siamo connessi a internet o cose simili) è il momento di fermarci e fare una piccola riflessione su ciò che ci succede, su quello che ci fa sentire questa mancanza e il modo in cui affrontarla. Per avere tutte queste risposte ci darà un indizio sapere fino a che punto i nostri comportamenti sono abusi e dipendenze.

Il potere per capire cosa succede sta nelle nostre mani, una delle risposte più proficue è provare a gestire questi comportamenti. Per questo usiamo la nostra forza di volontà, la nostra ragione e il nostro senso di condotta responsabile. E se questi mezzi non sono sufficienti ci sono sempre dei professionisti che possono aiutarci ad acquisire e sviluppare le capacità per combattere le dipendenze.

In molti casi, che non vuol dire in tutti, le dipendenze derivano da un vuoto che vuole essere colmato. Se riusciamo a trovare quel vuoto che cerchiamo di riempire si può far luce sulla dipendenza comportamentale trasformandola in un comportamento sano e responsabile come lo era un tempo.

psicologi
Linkedin
Scritto da

Centro Pamplona- Trad. Linda La Marca

Lascia un commento

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamiento personale