Cos'è la resilienza?

Per resilienza s'intende la capacità di affrontare i momenti dolorosi della vita senza esserne sopraffatti.

14 APR 2016 · Tempo di lettura: min.
Cos'è la resilienza?

Il termine resilienza deriva dal verbo latino resiliere: saltare indietro per prendere un'altra direzione.

Nelle scienze umane il concetto di resilienza indica la capacità di un individuo di resistere agli urti della vita senza spezzarsi o incrinarsi, mantenendo o potenziando le proprie risorse sul piano personale e sociale.Boris Cyrulnik la definisce

«l'arte di navigare sui torrenti».

La persona, in un momento di difficoltà, potrà trovare una mano tesa che gli offrirà una risorsa esterna, una relazione affettiva, un'istituzione sociale, culturale, sportiva, psicoterapeutica che gli permetterà di salvarsi. La metafora sull'arte di navigare i torrenti mette in evidenza come l'acquisizione di risorse interne abbia offerto al soggetto resiliente fiducia, speranza e desiderio di "riprendere la navigazione". Tale inclinazione, acquisita in tenera età, gli ha conferito un attaccamento sicuro che gli permette di individuare ogni mano tesa.

Alla base della resilienza vi sono due aspetti: la capacità di resistere e quella di ricostruire la propria dimensione, il proprio percorso di vita, trovando una nuova chiave di lettura di sé, degli altri, del mondo, scoprendo una nuova forza per superare le avversità.

Quali sono i fattori che contribuiscono alla resilienza?

  • il supporto sociale e le relazioni umane sia all'interno che all'esterno della famiglia
  • lo stile di attaccamento sicuro
  • la visione ottimistica della vita
La resilienza è un processo in continuo divenire ed è possibile incrementarla
  • focalizzando l'attenzione sulle esperienze positive del passato, individuando ed estrapolando le risorse che rappresentano i punti di forza personali
  • sviluppando l'autostima e l'autoefficacia
  • apprendendo a tollerare le frustrazioni della vita senza lamentarsi
  • sperimentando le difficoltà e gli stress mantenendo la disposizione al cambiamento, permettendosi qualche errore ma, soprattutto, correggendo la rotta quando è necessario.
Scritto da

Dott.ssa Manuela Mori Psicologa Psicoterapeuta

Lascia un commento

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamiento personale