Come sapere se siamo pronti ad adottare?

Prima di adottare dobbiamo essere al corrente di tutto ciò che comporta il tema e conoscere il ventaglio di possibilità che esistono al rispetto.

27 GIU 2014 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Come sapere se siamo pronti ad adottare?
Non sempre è facile gestire la forte carica emozionale che comporta un processo di adozione. Nonostante si tratti di uno degli atti d’amore più puri che esistono, prendere una decisione di tale importanza implica anche una responsabilità e un coraggio enorme.

Durante il processo di adozione è normale che nascano dubbi, paure e incertezze in tutte quelle persone che stanno scegliendo quest’opzione per vivere la maternità-paternità. Sono pronto/a per l’adozione? Questa è una delle prime domande che si presentano quando si sta pensando alla possibilità di adottare un bambino.

Farsi consigliare da un professionista

I problemi d’infertilità, la mancanza di un partner stabile o la voglia d’ingrandire la famiglia sono alcune delle molte e varie ragioni che portano le persone a voler adottare un bambino. Nonostante ciò, prima d’iniziare le pratiche, è importante essere informati.

Prima di adottare dobbiamo essere al corrente di tutto ciò che comporta il tema e conoscere il ventaglio di possibilità che esistono al rispetto. Adozione nazionale o internazionale? Adozione piena o aperta? Cos’è il Certificato d’Idoneità e come averlo? Come inizio le pratiche? Si raccomanda di chiedere consiglio agli esperti, recandosi presso gli organismi ufficiali che gestiscono le adozioni in ogni regione o contrattando i servizi di un’agenzia specializzata.

Bisogna ricordare che l’adozione è un processo legale che inserisce, in maniera definitiva, un minore in una famiglia nella quale non è nato. Oltre all’aspetto burocratico, l’adozione è un processo sociale e psicologico che dev’essere il risultato di una riflessione profonda e responsabile.

Aiuto psicologico precedente e successivo all’adozione

Adottare un bambino può causare situazioni difficili nel nucleo di convivenza e non sempre possiamo gestirle da soli. Molti degli adottanti hanno bisogno di aiuto psicologico dopo l’adozione per poter migliorare la comunicazione genitore-figlio, aumentare il benessere emozionale del bambino e facilitare la convivenza.

E prima? Prendere una decisione così importante implica una carica emozionale molto forte e per questo abbiamo bisogno di essere circondati da tutto l’appoggio possibile: partner, famiglia, amicizie e anche professionisti specializzati negli aspetti psicologici di questi processi. Ricorda che si tratta di un progetto che durerà molti mesi (anche anni), per questo è indispensabile poter contare su un buon appoggio.

10 domande che dobbiamo farci prima di adottare
  1. Prima di sapere se sei pronto/a ad adottare, sai se sei pronto a essere padre/madre?
  2. Un figlio ci cambia completamente la vita, sei cosciente che molti aspetti della tua vita attuale cambieranno?
  3. Una delle poche cose che non si possono comprare è il tempo, sei sicuro/a che hai tempo da dedicare a tuo figlio?
  4. Hai tempo per percorrere tutto il cammino che porta all’adozione?
  5. Il processo di adozione potrebbe durare anni, hai la pazienza sufficiente per poterlo sopportare?
  6. Essere circondato/a dalle persone a te care è fondamentale, hai l’appoggio della tua famiglia?
  7. Nel caso in cui l’adozione sia in coppia, siete disposti ad anteporre gli interessi del bambino alla vostra relazione?
  8. Se adotti solo/a, sei capace di assumere contemporaneamente il ruolo di padre e madre?
  9. La tua situazione economica ti permette di pagare le pratiche di adozione e, in seguito, di crescere un figlio?
  10. Sai che un figlio adottato ha avuto altri genitori e può avere ricordi, traumi, insicurezze? Sei disposto ad aiutare a superarli anche se si tratta di un compito difficile?

PUBBLICITÀ

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

Commenti 1
  • Alina Rusu

    Si, mi preparo a questa da molto tempo e desidero un figlio anche se naturalmente ha altri genitori. Sono convinta che sarò una madre meravigliosa, mi rivolgerò anche agli specialisti e sono pronta ad aspettare il tempo che ci vuole.

ultimi articoli su adozione