Come far crescere la propria resilienza?

«Le difficoltà rafforzano la mente, così come il lavoro irrobustisce il corpo», Seneca.

28 NOV 2016 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Come far crescere la propria resilienza?

Cosa s'intende per resilienza? È possibile "allenare" questa capacità?

La resilienza e il cambiamento

La parola "resilienza" viene utilizzata in psicologia per denominare la capacità di adattarsi agli eventi, soprattutto quando si attraversano momenti avversi o traumatici. Quest'atteggiamento permette alle persone di affrontare le avversità in maniera piuttosto positiva e di uscirne più forti: l'individuo resiliente, infatti, riesce a trasformare un momento difficile in un'occasione di crescita personale. Grazie a questa flessibilità il soggetto riesce a riprendere la propria quotidianità senza troppe conseguenze a livello psicologico.

Una persona resiliente ha fiducia in se stessa, capacità di adattamento e autocontrollo. Accetta la realtà così com'è, dà senso alla vita e, per questo, ha la giusta perseveranza per raggiungere i suoi obiettivi. Queste caratteristiche permettono di andare avanti anche quando le condizioni esterne sono più dure. La resilienza, dunque, è una capacità che ci aiuta ad affrontare le difficoltà di ogni giorno ma anche i momenti più duri, senza però perdere la speranza e l'autostima. Le persone che tendono ad arrendersi molto presto solitamente sono poco resilienti. Tuttavia, la resilienza non è solamente una capacità esclusiva di alcuni soggetti. Al contrario gli individui meno resilienti hanno l'opportunità di poter accrescere questa caratteristica. Ecco alcuni consigli per migliorare la propria resilienza.

È possibile accrescere la resilienza?

La resilienza è una caratteristica che può essere coltivata. Ciò non vuol dire che si passerà attraverso alcuni eventi senza sofferenza o dolore, ma sarà possibile creare una sorta di "barriera" di protezione che offrirà gli strumenti più adatti per affrontare eventi negativi. Quali sono le caratteristiche da migliorare?

Crea una "rete sociale"

Per chiunque è indispensabile avere l'appoggio di altri individui. Nei momenti più difficili, infatti, è necessario avere una rete di salvataggio formata da persone che ci possono aiutare con parole e/o azioni.

Non chiuderti

Essere resiliente non vuol dire essere un supereroe che riesce a risolvere tutti i suoi problemi da solo. Chiedere aiuto agli altri o avere la possibilità di parlare dei propri problemi con altre persone è molto utile. Esporre un dubbio o un problema ad alta voce aiuta a far chiarezza anche dentro se stessi.

Sviluppa i tuoi obiettivi

Non avere mete nella vita rende tutto più difficile. Fai una lista dei tuoi obiettivi, cercando di essere realista. Mettiti alla prova, agisci e sii perseverante per raggiungere le tue mete.

Auto-controllo

Molti eventi esterni non dipendono da noi. Dipende da noi, invece, la capacità di interpretarli e affrontarli. Sapere che il proprio modo di agire può cambiare o risolvere ciò che succede ci aiuta a raggiungere i nostri obiettivi.

Sii ottimista ma accetta la realtà

Cerca di analizzare la tua vita, non tutto è negativo. Nonostante non si possa avere il controllo al 100%, si può controllare la propria reazione alle diverse situazioni. Essere ottimisti non vuol dire essere poco realisti. Non accettare la realtà, infatti, non ci dà la possibilità di poterla cambiare. Smetti di dare colpa agli altri e concentrati per trovare una soluzione per raggiungere i tuoi obiettivi.

Agisci

Non agire vuol dire lasciare tutto com'è, senza miglioramenti né peggioramenti. La soluzione però non arriverà da sola. Utilizza le tue energie per cercare una via d'uscita alle situazioni che non ti piacciono. Agire, infatti, ti permetterà di avere una visione più ampia dei tuoi obiettivi e delle possibili soluzioni.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul tema, puoi consultare il nostro elenco di professionisti esperti in crescita personale.

PUBBLICITÀ

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamiento personale