Che cosa significa essere gelosi?

Avere paura di perdere l'esclusività del rapporto di coppia e nutrirsi della pretesa di bastare all'altro.

27 GIU 2016 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Che cosa significa essere gelosi?

È vero che amore vuol dire gelosia? Esiste una gelosia buona e una cattiva? La gelosia può far perdere la testa?

Tante domande, troppe forse, ma in fondo la gelosia è anche questo: interrogativi, dubbi, insicurezze, confusione.

La gelosia è un'emozione davvero molto particolare. Si manifesta con una sottile angoscia che nasce dalla pancia e risale fino alla testa, influenzando negativamente i nostri pensieri.

In effetti la gelosia è più legata all'idea di possesso che di amore. Si esprime con intensità variabile proprio quando avvertiamo un senso di minaccia (reale o immaginaria che sia) per ciò che consideriamo di nostra proprietà.

È proprio così: chi è geloso non teme di perdere l'amore, ma pretende inconsapevolmente di colmare con la sua presenza tutti i bisogni affettivi del partner. Non accetta il proprio limite di importanza nel rapporto.

Provare gelosia è forse inevitabile e non è affatto semplice stabilire quale sia la giusta quantità. È più utile invece chiedersi come ci sentiamo quando proviamo gelosia e quali effetti produce il nostro comportamento sulla relazione e sul partner .

Ecco alcuni esempi di comportamenti ispirati dalla gelosia:

1) controllare il cellulare del partner;

2) investigare nel tentativo di scoprire dove va o con chi si incontra;

3) ci si agita perché si nota che da un po' di tempo ha adottato un nuovo look o cura di più il modo di vestire.

Allora si immagina che incontri qualcuno di nascosto e si viene invasi da una serie di pensieri negativi ossessionanti e così, avendo la sensazione di perdere terreno:

  • si fanno telefonate;
  • si inviano sms, in attesa di una risposta che la soddisfi;
  • si controlla Facebook.

L'equilibrio è davvero precario e basta una risposta che non corrisponde a quella che si spera e si aspetta per rigettarsi nella spirale dell' ossessione.

La gelosia può diventare un vero e proprio tormento, e può compromettere la relazione fino a distruggerla! Se non si riesce da soli a cambiare la situazione allora è importante chiedere un supporto esterno e parlare con chi possa aiutare a valutare in maniera più obiettiva la situazione ed eventualmente a ritrovare il giusto equilibrio.

Prendere il toro per le corna, andare alla radice del problema ed optare per un percorso individuale di psicoterapia, che aiuti ad indebolire certi meccanismi che governano le reazioni eccessive di gelosia come scenate senza un valido motivo e divieti assurdi del tipo:

  • «Non voglio che le rivolgi più la parola!»
  • «Se lo saluti ancora una volta, con me hai chiuso

Questo genere di cose causano tensioni, insoddisfazioni econflitti all' interno della coppia.

Il rischio è di tirare troppo la corda e, ad un certo punto, veder scappare il partner, perché la gelosia è diventata soffocante.

Inoltre è importante sottolineare che la gelosia ossessiva e opprimente è un vero e proprio tormento anche per chi la prova. Una sorta di mostro marino con i tentacoli che avvolge e immobilizza in una morsa fino a togliere il respiro.

Ed ecco che, anche se non esistono motivi validi e concreti per essere gelosi, li immagini fino a concretizzarli e crederci!

Un vero e proprio supplizio, soprattutto quando, pur tentando, ci si rende conto di non riuscire a liberarsene.

La spirale della gelosia è alimentata dalle insicurezze, dalla mancanza di fiducia nel partner, ma soprattutto in sé stessi. Anche qui troviamo, come nella dipendenza affettiva, la paura di essere abbandonati. O meglio, si potrebbe dire che se è presente l'una quasi sicuramente è presente anche l'altra.

La chiave di tutto è tornare a credere nelle proprie possibilità e potenzialità! Se si nutre un'adeguata fiducia in se stessi e nel partner, non si avranno molte occasioni per sentirsi gelosi e quando accadrà sarà un'esperienza utile a riflettere sulla relazione e valutare se vi siano motivi concreti per preoccuparsi.

Se non si riesce da soli a cambiare la situazione, allora è importante chiedere aiuto e optare per un percorso individuale di psicoterapia, che aiuti ad indebolire certi meccanismi che governano le reazioni eccessive di gelosia.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Fiammetta Favalli

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

Commenti 3
  • Luciano Fortunato

    Si ma non ho mica capito...che la gelosia è quello descritto sono d'accordo? ma quali sono le cause scatenanti di questo sentimento? siamo tutti d'accordo che i traumi, le esperienze infantili e atteggiamenti ripetuti (in gran parte imposti dai genitori)in età prescolare sono la causa scatenante di disagi in età avanzata, quindi quali sono gli insegnamenti tipici o le fasi che un bambino attraversa prima di sviluppare la gelosia? e come possono essere corrette da adulti, se so cosa è la gelosia ma non so da dove deriva a poco serve....

  • Diluciano giuseppe

    La mia ragazza esce con un amico e non mi sta bene

  • Syria veltri

    È giusto tutto questo, c'è una mia amica che è gelosa e mi dice sempre che nn è gelosa invece si

ultimi articoli su terapia di coppia