Breve educazione alla depressione e alle possibili cure

I sintomi caratteristici della depressione, le possibili cause fisiche, altri problemi che talvolta si accompagnano alla depressione, la terapia cognitivo - comportamentale.

21 SET 2015 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Breve educazione alla depressione e alle possibili cure

Secondo il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-V, 2013), il manuale che i professionisti utilizzano per la diagnosi dei problemi emotivi, i sintomi della depressione sono quelli sottodescritti. Se sei depresso/a, è probabile che tu abbia molti (ma non necessariamente tutti) tra i seguenti sintomi:

1. Sentirsi depressi. La maggior parte del tempo ti senti giù, triste, vuoto/a, scoraggiato/a. Puoi piangere molto, o puoi sentire l'impulso a piangere ma non ci riesci. Anche sentirsi irritabile è comune.

2. Mancanza di interesse. Provi una perdita di interesse e piacere per la vita, così che ti devi sforzare di fare cose che prima ti piaceva fare. Spesso c'è anche una perdita dell'interesse sessuale. Ti sembra anche difficile pensare che qualunque cosa possa essere per te piacevole.

3. Cambiamenti nell'appetito. È molto frequente che tu perda l'appetito. Il cibo non ti interessa più. Devi sforzarti di mangiare, e puoi perdere del peso. Alcune persone invece mangiano di più quando sono depresse. Utilizzano il cibo come conforto o per riempiere un senso di vuoto. Se questa è la tua situazione, è possibile che tu prenda del peso, invece che perderlo.

4. Sonno disturbato. Dormi molto di meno o molto di più rispetto al normale. Se dormi di meno puoi avere difficoltà a prendere sonno, puoi svegliarti più volte durante la notte, o puoi svegliarti troppo presto e non riuscire a riaddormentarti.

5. Sensazioni di agitazione o di rallentamento. Il tuo corpo, la tua mente e il tuo modo di parlare sono o troppo rapidi o troppo lenti. Ti puoi sentire agitato/a e incapace a stare fermo/a, oppure fiacco/a e lento/a.

6. Mancanza di energia. Ti senti stanco/a, esaurito/a. Anche piccoli lavori o faccende ti sembrano estenuanti. In casi estremi trovi difficile fare le cose normali di tutti i giorni, come farti la doccia, vestirti, fare la spesa e cucinare.

7. Sentimenti di mancanza di valore o di colpa. La tua autostima è bassa. Puoi sentirti privo/a di valore o negativo/a, puoi arrivare ad odiare te stesso/a. Puoi credere che la depressione sia una punizione che ti meriti. È probabile che tu sia arrabbiato/a con te stesso a causa della depressione: per quanto lasci la depressione interferire con la tua vita personale e lavorativa.

8. Difficoltà a pensare. Non riesci a pensare come fai di solito. Hai difficoltà a concentrarti e a prendere delle decisioni.

9. Pensieri riguardo alla morte. Spesso ci si sente senza speranza. Puoi pensare che non valga la pena vivere la tua vita o che sia meglio che tu fossi morto/a. Puoi pensare che gli altri starebbero meglio senza di te. È possibile che tu abbia anche dei pensieri riguardo al procurarti la morte, e potresti anche aver pensato ad un piano per farlo: dove, quando e come farlo. È importante che tu condivida con il tuo terapeuta tutti i pensieri riguardo alla morte ed il suicidio. Se in qualunque momento del trattamento senti che potresti voler tentare il suicidio o qualsiasi forma di autolesionismo, contatta il tuo terapeuta subito. Se non riesci a trovare il tuo terapeuta, contatta un terapeuta alternativo, il medico di base o chiunque altro, o recati al pronto soccorso.

La depressione può manifestarsi in uno o più episodi intensi (depressione maggiore), o può essere presente nella tua vita ad una intensità inferiore ma per lunghi periodi (distimia). Le donne hanno un rischio doppio rispetto agli uomini di avere episodi depressivi. La depressione si manifesta più frequentemente nelle famiglie dove vi sono altre persone che ne soffrono, ma non dipende dall'etnia, dal livello educativo, socioeconomico o dallo stato civile. L'importante è chiedere aiuto.

La depressione può manifestarsi a qualunque età, sebbene sia più frequente che il primo episodio compaia intorno ai venticinque anni. Senza trattamento la depressione dura mediamente sei mesi, ma spesso di più. In seguito ad un primo episodio depressivo molte persone tornano alla normalità e non sviluppano mai più depressione. Tuttavia, molte altre persone rimangono depresse. Alcuni sperimentano episodi ricorrenti di depressione o possono diventare sviluppare distimia (o entrambe le cose). Se la tua depressione è cronica, è importante che tu intraprenda un trattamento.

La depressione può avere una cause fisica

Prima di intraprendere un trattamento per la depressione, è necessario escludere cause fisiche. La depressione può essere indotta dall'abuso di sostanze (alcool, cocaina, etc.), o dall'uso di farmaci (steroidi, tranquillanti e altri). Alcuni trattamenti medici possono infatti indurre uno stato depressivo, così come possono farlo alcune malattie (ad esempio problemi alla tiroide, ictus e altri), o tossine presenti nell'ambiente in cui vivi.

Quando esiste una causa fisica, può esserci un rimedio medico: sospendere la sostanza di abuso, consultare il medico riguardo alla possibilità di cambiare farmaci, intervenire sulla condizione medica, impedire o ridurre l'esposizione a tossine. Devi esplorare tutte queste possibilità prima di chiedere una terapia per la depressione.

Ti raccomandiamo di eseguire un check-up medico approfondito prima di entrare in terapia per la depressione. Ti raccomandiamo inoltre di informare il tuo medico che ti stai rivolgendo ad un terapeuta per la cura della depressione e di fornirgli una lista dei sintomi per i quali vuoi richiedere il trattamento.

Altri problemi che possono talvolta accompagnarsi alla depressione

Ci sono una serie di sintomi che possono manifestarsi insieme alla depressione. Puoi sentirti irritabile o ansioso/a, puoi provare problemi fisici correlati allo stress come mal di stomaco o mal di testa. Puoi avere problemi concomitanti come l'abuso di alcool o sostanze, un disturbo dell'alimentazione, un disturbo da deficit dell'attenzione. Alcune persone sperimentano anche episodi di euforia ed eccitamento (mania) in cui si sentono accelerati. Le donne spesso possono sentirti più depresse prima delle mestruazioni. Assicurati di informare il tuo terapeuta se hai uno di questi problemi.

La terapia cognitivo - comportamentale della depressione

La ricerca ha dimostrato che la terapia cognitivo – comportamentale della depressione è efficace quanto o anche di più di altre terapie, inclusi i trattamenti farmacologici. La terapia cognitivo – comportamentale è utile soprattutto nel lungo termine, perché ti fornisce degli strumenti che potrai continuare a utilizzare dopo il termine del trattamento. Utilizzare solo farmaci può comportare il rischio di avere delle ricadute una volta sospeso il trattamento.

Dott.ssa Laura Mandelli specialista in psicologia clinica e Psicoterapeuta

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Laura Mandelli

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

Commenti 1
  • Carmela Bertoletti

    Soffro di depressione recidiva. Nel corso degli anni ogni tanto ritorna. Prendo 1cp paroxetina al di. Mi da fame e ingrasso. Vorrei smettere ma senza non dormo e pensieri rimuginanti. Sono caregiver x mia madre e non riesco frequentare terapia cognitiva comportam. lontana da me. Ci sono libri che possono aiutarmi? Grazie.

ultimi articoli su depressione