Attacco di panico

La domanda che mi rivolgono la maggior parte dei pazienti e soprattutto rivolgono a se stessi è: ho avuto un attacco di panico?

13 AGO 2014 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Attacco di panico

Secondo uno dei più importanti manualidi psicologia (Psicoterapia cognitiva dell'ansia, Sassaroli,Lorenzini, Ruggiero, 2006), il panico “altro non è che la piùpura, semplice e intensa manifestazione di paura”. Ma la domandache mi rivolgono la maggior parte dei pazienti e soprattuttorivolgono a se stessi è: ho avuto un attacco di panico? Molti sonoconvinti di averlo vissuto, pur non sapendo molte caratteristiche diquesto disturbo. L'attacco di panico è solo una delle varie forme diansia. La cosa che lo caratterizza e che lo distingue da esse e da unaltro importante disturbo dell'area psichica, è la sensazioneriportata dalla maggior parte delle persone di stare per morire o per“impazzire”, ossia perdere il controllo delle proprie azioni edel proprio comportamento. L'individuo vive in prima personal'esperienza più catastrofica, l'unica a cui non c'è rimedio: la“perdita di sè”, ossia la morte o la follia, e la sperimentanell'immediato, non la vive come una paura futura.

Un'altra importante caratteristica delsingolo attacco di panico è la sua durata: essa infatti va dai 2agli 8 minuti, che sono minuti vissuti come interminabili per lapersona che li sta vivendo. Passato questo momento, si ha una pauratalmente forte che esso possa ripetersi, che si tende ad “evitare”di fare le stesse cose che si stavano facendo quella volta, e ditornare nello stesso posto. L'evitamento, poi, si allarga ad un'ampiagamma di situazioni che mettono il soggetto in uno stato di tensione,cui non riesce a resistere. Un'altra strategia che può mettere inatto per calmare questa tensione interna così elevata è l'uso dialcool o di farmaci.

Quindi, la cosa che consigliamo allepersone affette da questo disturbo è di fermarsi ad analizzarel'evento che li ha impauriti, cercando di capire bene se si tratta omeno di un attacco di panico vero e proprio o di un altro disturbo.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Cinzia Dell'imperio

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su attacchi di panico