Ansia da vacanze, cosa fare per combatterla

Spesso il momento della partenza per le vacanze si riempie di agitazione ed ansia. L'ansia è un allarme utile per la nostra salvaguardia il problema si pone quando l'ansia per un determinato evento diventa cronica o impedisce di spvolgere le normali azioni del vivere quotidiano.

6 NOV 2013 · Tempo di lettura: min.
Ansia da vacanze, cosa fare per combatterla
Quello delle ferie estive dovrebbe essere un momento felice, rilassante, addirittura catartico. Spesso però non è così: 6 italiani su 10 in prossimità delle vacanze soffrono, infatti, di attacchi di ansia che in alcuni casi sfociano in vere e proprie crisi di panico.

Si tratta di ansia da partenza, ma anche ansia da divertimento a tutti i costi.

L'ansia è un fenomeno complesso che è avvertito come sensazione di attesa di qualcosa d'indefinito, una sorta di incombenza minacciosa, un'irrequietezza psichica non identificabile o definibile con precisione.

Di per se stessa si tratta di una risposta utile, anzi necessaria per la salvaguardia della propria incolumità  personale. Cessa però la sua funzione positiva quando è eccessiva e diventa un ostacolo alla normale vita quotidiana». Gli stati di ansia possono avere intensità variabile e nelle forme più gravi si può arrivare a provare sensazioni di irrealtà e di sbandamento o di vertigine con la comparsa di dolori muscolari, aumento dello stato di vigilanza, insonnia, difficoltà  di concentrazione, sudorazione, tachicardia, diarrea, cefalea.

Se lo stress da vacanza si trasforma in un vero e proprio nemico da combattere è meglio affrontare il problema seriamente rivolgendosi a uno psicoterapeuta per ricevere suggerimenti mirati e personali.

Scritto da

Dott.ssa Chiara Torciani

Lascia un commento

ultimi articoli su ansia