Al di là di ogni ragionevole sintomo

Perché ho questo sintomo dottoressa? da questa domanda e, relativa auto-risposta, nasce questa breve mia riflessione sul bisogno di cura che sottende qualsiasi sintomo

30 SET 2015 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Al di là di ogni ragionevole sintomo

Spesso ci si rivolge ad un terapeuta per un problema d'ansia, un disturbo del tono dell'umore, un momento difficile, un disturbo alimentare... ma la prima cosa che ci spinge a cercare un aiuto professionale è il bisogno di essere CURATI, ovvero di qualcuno che si prenda cura di noi, del nostro animo più profondo e anche della nostra più grande fragilità.

Ecco perché è importantissimo entrare in sintonia fin dal primo momento con il proprio terapeuta, instaurare in breve tempo un rapporto di assoluta fiducia. E per noi terapeuti è davvero un onore essere i custodi di una così profonda ricerca del proprio sé, quello che si nasconde all'interno del sintomo che parla con l'anima, con la purezza, con la semplicità delle emozioni, dei sentimenti.

Il percorso con un terapeuta quindi rappresenta un viaggio verso la realizzazione di quell'unicità della persona che troppo spesso, a causa dell'omologazione esterna, ha paura di farsi vedere nella sua semplicità, nel suo bisogno di essere guardata, toccata, riconosciuta ed amata..."al di là di ogni ragionevole sintomo!"

PUBBLICITÀ

Scritto da

Centro Rindola Psicoterapia e Psicologia Clinica

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamiento personale