5 buoni motivi per praticare la Mindfulness in vacanza

Le vacanze arrivano, riducono lo stress e migliorano il sistema immunitario a breve termine. E se ti dicessimo che le vacanze meditative prolungano questi effetti?

30 LUG 2019 · Tempo di lettura: min.
5 buoni motivi per praticare la Mindfulness in vacanza

È finalmente giunto il momento di riposare, di rilassarsi e di dedicare del tempo a se stessi, di viaggiare e godersi la famiglia. Il nostro corpo e la nostra mente hanno bisogno di un periodo di riposo per ritrovare il benessere fisico ed emotivo, e per liberarci dalle preoccupazioni e dallo stress accumulati durante l'anno. Purtroppo, però, è sempre più difficile liberarci dallo stress quotidiano e anche solo essere in vacanza, anche sembra un paradosso, può essere stressante.

Ora che la tua vacanza sta iniziando, è tempo di rompere le cattive abitudini e di stabilirne di nuove che gioveranno al tuo corpo e alla tua mente. Hai pensato di meditare mentre sei in vacanza?

Un recente studio dell'Università di Harvard ha dimostrato che "l'effetto vacanza" riduce lo stress e migliora il sistema immunitario a breve termine, e ha dimostrato che la formula "vacanza + meditazione" prolunga questi benefici ancora più a lungo. Come spiega Benjamin Blasco, fondatore dell'app di mindfulness "Petit bambou", che ha già 2 milioni di utenti:

"Sono sufficienti solo 10 minuti di meditazione al giorno per iniziare a notare i primi benefici."

Ecco, secondo il team di esperti di "Petit bambou", i 5 motivi per cui le vacanze sono un buon momento per iniziare a meditare.

  1. Ti godrai di più la tua vacanza: quale momento migliore di quello che stai vivendo in questo momento? Non importa se sei su una spiaggia caraibica, in montagna o a casa, un'attenta meditazione può aiutarti a godere di ogni minuto, a disconnetterti da tutto ciò che sta accadendo in questo momento. Gusto, olfatto, esperienza, sentimento ... presta attenzione al momento presente grazie ai tuoi cinque sensi.
  2. Il tuo sonno migliorerà: dal 25 al 35% della popolazione adulta soffre di insonnia transitoria a causa di stress e preoccupazioni quotidiane. Dormire di più e meglio è di solito uno degli obiettivi che ci prefiggiamo per le vacanze. Secondo Benjamin Blasco sono sufficienti 10 minuti prima di dormire, concentrandosi sul respiro. Pensa solo a questo. Raggiungerai uno stato di tranquillità e pace interiore che ti permetterà di dormire meglio e più velocemente.
  3. Migliora il tuo umore: allo stesso tempo, migliorerà le tue condizioni fisiche. Lo stress, l'ansia, la tensione, l'ansia, il dolore, così come altre emozioni, si riflettono nel nostro corpo e sono la causa di alcune malattie, come per esempio di problemi coronarici, cutanei e digestivi. È tempo di ricaricare le batterie e apprendere nuove tecniche per riconoscere queste emozioni, e lasciarle andare per migliorare la qualità della vita.
  4. Svilupperai relazioni armoniose: forse il tuo sogno è trascorrere le tue vacanze su un'isola deserta o isolata tra le montagne...Ma probabilmente trascorrerai quest'estate con la famiglia o gli amici. Siamo esseri sociali, ma è vero che le nostre relazioni personali (amicizia, coppia, famiglia, lavoro, ecc.) non sono sempre come vorremmo. Non puoi cambiare le persone intorno a te, ma puoi cambiare il tuo atteggiamento nei loro confronti. Cerca di apportare questo cambiamento alla tua famiglia e ai tuoi amici, e goditi il ​​loro sostegno quando tornerai al lavoro.
  5. Puoi essere più felice? Come diceva Aristotele:

"La felicità dipende da noi stessi. Il nostro atteggiamento verso noi stessi e ciò che ci circonda è ciò che determinerà se siamo più o meno felici”.

Goditi il momento senza distrazioni, dormi bene, relativizza tutto ciò che non puoi cambiare per te stesso, accetta le persone intorno a te per come sono.

Se non hai mai meditato, potresti avere difficoltà a sviluppare quest’abitudine da solo. Grazie alle nuove tecnologie, ora è molto facile praticare la meditazione, è sufficiente un dispositivo mobile (o un tablet) e la tua motivazione. E, in alternativa, ovviamente puoi rivolgerti a un professionista!

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Lascia un commento

ultimi articoli su crescita personale