Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

10 Migliori Tecniche di Crescita Personale 2015

<strong>Articolo rivisto</strong> dal

Articolo rivisto dal Comitato di GuidaPsicologi

Ciao a tutti. Cos'è per te il tuo Miglioramento?Quale potrebbe essere la tua crescita personale? Te lo sei mai chiesto?Da dove si comincia? Cosa bisogna fare? Perché esistono persone di succ

30 DIC 2014 · Tempo di lettura: min.
10 Migliori Tecniche di Crescita Personale 2015

Ciao a tutti. Cos'è per te il tuo Miglioramento?Quale potrebbe essere la tua crescita personale? Te lo sei mai chiesto?Da dove si comincia? Cosa bisogna fare? Perché esistono persone di successo che trasmettono entusiasmo?Hai provato a darti queste risposte?

Ho preparato una lista delle 10 tra le più efficaci tecniche, che lavorano su differenti livelli secondo la tua necessità del momento e della situazione che stai vivendo. Vuole essere solo una lista che presenta cosa sono e che tipo di lavoro possono fare sulle emozioni, poi sta a te farti inizialmente ispirare da una o l'altra magari poi passando alla successiva.

Certo, utilizzarle sapientemente tutte sarebbe un'accelerazione per la tua evoluzione ma anche un grande lavoro emotivo per il quale serve tempo, pazienza, coraggio...

Allora vediamole nel dettaglio:

1 EFT 2 PNL 3 EMDR 4 VISUALIZZAZIONE 5 COUNSELING 6 ABITUDINI

7 SOSPENSIONE DEL GIUDIZIO 8 ALIMENTAZIONE 9 IPNOSI 10 JOURNEY

1 EFT - Emotional Freedom Tecniques

L'EFT si basa sulla medicina tradizionale cinese e la rete dei meridiani, stimolando punti precisi del corpo mentre si liberano i conflitti, paure, ansie, problematiche. La tecnica lavora in modo da stimolare le energie portando il soggetto a uscire da uno stato ipnotico creato dal problema sofferto che lo tiene imprigionato. Permette di individuare e trasformare i blocchi inconsci facendo emergere l'eccellenza che è in noi, a portata di "dita".

2 PNL - Programmazione Neuro Linguistica

La PNL nata negli Stati Uniti negli anni settanta si basa principalmente sulla Comunicazione, con noi stessi e con gli altri facendone un metodo e una terapia per creare il meglio nelle persone, nelle situazioni, nella vita. Troviamo in essa quindi linguaggio, schemi comportamentali, fisiologia, modellamento, visualizzazione, convinzioni quindi condizionamenti. La parola Neuro della sigla si rifà alle neuro-associazioni così importanti nel definire tutto ciò che viene immagazzinato a livello inconscio dalle esperienze vissute creando modelli che ci guidano in modo invisibile. Cambiando questi modelli possiamo cambiare la nostra vita, i risultati, i rapporti.

Vuoi approfondire? Contattaci gratuitamente

3 EMDR - Eyes Movement Desensitization and Reprocessing

L'EMDR è una tecnica, un metodo psicoterapico che risulta efficace nel trattamento di psicopatologie e problematiche derivate da traumi passati o comunque esperienze emotivamente pesanti. E' interattivo, scientificamente comprovato da più di 20 studi randomizzati su depressione, l'ansia, le fobie, il lutto acuto, i sintomi somatici e le dipendenze. Consiste nella stimolazione dei due emisferi del cervello attraverso rapidi movimenti degli occhi in maniera regolare da destra a sinistra e viceversa contemporaneamente al ricordo dell'evento traumatico. La terapia EMDR ha come base teorica il modello AIP (Adaptive Information Processing) che affronta i ricordi non elaborati che possono dare origine a molte disfunzioni. Numerosi studi neurofisiologici hanno documentato i rapidi effetti post-trattamento EMDR.

4 Visualizzazione

Quando qualcuno sogna, pensa o progetta con la sua mente, potrebbe trovarsi a fare i primi passi di qualcosa che cambierà il futuro senza saperlo. Perché lo fa dunque? Perché ha un sogno, una visione ben precisa. Ha immaginato ciò che non esiste ancora, qualcosa dalla bellezza così nuova e irresistibile da generare una forza molto potente che lo guiderà fino alla sua realizzazione.

È il potere dei sogni. Sogni che sviluppano emozioni trainanti, un combustibile ideale per la fiamma della passione creativa. E quando c'è passione in un progetto, qualunque esso sia, serve un strumento in cui credere per avere sempre chiara la direzione da seguire. (Tratto dal libro Le fondamenta del Miglioramento)

5 Counseling

Il termine counseling (o anche counselling secondo l'inglese britannico) indica un'attività professionale che tende ad orientare, sostenere e sviluppare le potenzialità del cliente, promuovendone atteggiamenti attivi, propositivi e stimolando le capacità di scelta. Si occupa di problemi non specifici (prendere decisioni, miglioramento delle relazioni interpersonali) e contestualmente circoscritti (famiglia, scuola, lavoro). L'attività di counseling è svolta da un counselor, un professionista in grado di aiutare un interlocutore in problematiche personali e private. E' finalizzata a «consentire ad un individuo una visione realistica di sé e dell'ambiente sociale in cui si trova ad operare, in modo da poter meglio affrontare le scelte relative alla professione, al matrimonio, alla gestione dei rapporti interpersonali, con la riduzione al minimo della conflittualità dovuta a fattori soggettivi», ed è inoltre «un'attività di competenza relazionale che utilizza mezzi comunicazionali per agevolare l'autoconoscenza di se stessi attraverso la consapevolezza e lo sviluppo ottimale delle risorse personali, per migliorare il proprio stile di vita in maniera più soddisfacente e creativo». Un counselor può guidarti, con empatia e rispetto, a ritrovare la libertà di essere te stesso.Vuoi approfondire? Contattaci gratuitamente

6 Abitudini

Mica ogni volta che ti appresti ad allacciare le scarpe, devi ricordare come si fa? Lo fai e basta senza nemmeno troppa attenzione. Perché allora non sfruttare questa risorsa già presente in ognuno di noi, ma di cui pochi sono consapevoli? Come puoi utilizzare le abitudini costruttive a tuo vantaggio? Come ci riescono gli uomini di successo? Sarà dura sostituire l'abitudine distruttiva di caffè e biscotti con quella più costruttiva a base di frutta fresca. Una volta però che sei deciso a perseguire il tuo obiettivo a tutti i costi, la nuova abitudine sarà presto la norma e dovrà diventare anch'essa automatica. Come hai già visto nel capitolo cinque della prima parte "Le tue abitudini diventano la tua vita, cambiandole cambierà anche questa" . (Tratto dal libro Le fondamenta del Miglioramento)

7 Sospensione del Giudizio

Una delle funzioni del nostro cervello è di giudicare, dare un significato, catalogare qualsiasi avvenimento accade nella nostra sfera emotiva.

Come spiegato in questo post di qualche mese fa è una maniera per agevolare quello che ci può essere utile o meno nella vita. Giudichiamo automaticamente tutto, cose, persone, avvenimenti, perfino noi stessi, incessantemente. Se, da un lato, questo ha una sua utilità, dall'altro consuma tantissima energia emotiva e mentale. Oltretutto, se diamo un giudizio, esempio "quella persona si è comportata male", poi siamo costretti ad adeguarci di conseguenza variando il nostro comportamento in modo da essere coerenti con i nostri giudizi.

Ma pensandoci bene, "Niente al mondo ha un significato assoluto, escluso quello che noi gli attribuiamo". Significa che ogni avvenimento ha un significato relativo alle persone che lo vivono o lo giudicano. Smetti di giudicare tutto e smetti di giudicarti!

Risparmia energia. Comincia immediatamente, vedrai che non è per nulla semplice e dovrai allenarti tutti i giorni prima di riuscirci. Piove ? Daccordo va bene, fa parte della natura. Fa caldo? Va bene comunque, non sarà per sempre. Inutile lamentarsi del caldo in estate e della pioggia in inverno, che senso ha? Inizia a praticare la "sospensione del giudizio". Certo, potrai comunque limitarti a pochissimi giudizi, mirati e allineati con la tua personale vita...Ma lascia stare quelli generalizzati, istintivi, inutili, frutto di pregiudizio. Sono uno spreco di energia per la tua mente. Il 90% del tempo delle persone è sprecato in conversazioni basate su questi giudizi, meglio dirigere l'attenzione su qualcosa di più profondo, no?

8 Alimentazione

Mangiare bene, stando meglio e pieni di energia è più semplice di quanto pensi. Lasciando da parte patologie innate o ereditarie per le quali bisogna ricevere cure adeguate, tutti possono imparare a nutrirsi senza sperperare un patrimonio. La cosa più divertente è che quando questo accade avrai più energia, potrai lavorare a volte, come capita anche a me 12, 14 o 16 ore di fila con entusiasmo, non tutti i giorni ovviamente.

E allora preparati anche tu a godere di nuova energia. Il nostro corpo ha bisogno di alimenti, sostanze che può digerire, scomponendole in particelle più elementari dalle quali trarre le sostanze chimiche di cui ha bisogno e che possiamo classificare in base alla loro funzione:

funzione energetica (grassi e zuccheri),funzione plastica (proteine),funzione protettiva,funzione regolatrice (vitamine e sali minerali),funzione di riserva (grassi)

Tutte le sostanze citate qui sopra alimenteranno le cellule per un corretto funzionamento. Anche il cervello, quindi funzionerà meglio se l'alimentazione è più corretta. Nei cibi ci sono anche elementi inutili o nocivi, come alcuni grassi, elementi di nessuna utilità quali, per esempio, tracce di metalli o altri utili ma deleteri se consumati in modo eccessivo. Altra regola dell'alimentazione è che il 70% del corpo è acqua e ha bisogno dell'acqua. Si dice spesso "l'acqua è vita".

Chiediti allora quali sono i cibi con il più alto contenuto d'acqua? Sono frutta, ortaggi e verdura. La nostra società, moderna e consumistica, ci ha illuso che servono invece carne e alimenti di derivazione animale come uova e formaggi ma in realtà questi ultimi possono essere ridotti drasticamente senza che accada nulla.

So che no crederai a quello che sto per dirti ma questa è la definizione su Wikipedia per la voce "Uomo":

L'uomo è definito nelle enciclopedie come "animale mammifero erbivoro".

Se avevi ancora dubbi, credo finalmente di averti aiutato a toglierli. Ma hai fatto caso a un altro scoop incredibile? I più grandi animali mammiferi della terra sono erbivori. Elefante, Rinoceronte, Ippopotamo, Giraffa, Gorilla, Orango. Hanno dimensioni e peso mastodontici. Incredibile vero? Quante mamme avranno detto ai figli a tavola "Dai mangia la bistecca che ti fa diventare forte e grande"? Queste e molte altre informazioni illuminanti le trovi nel libro Le fondamenta del Miglioramento.

9 Ipnosi

Definizioni (da wikipedia)

L'ipnosi è un fenomeno psicosomatico che coinvolge sia la dimensione fisica, sia la dimensione psicologica del soggetto. È una condizione particolare di funzionamento dell'individuo che gli consente di influire sulle proprie condizioni sia fisiche, sia psichiche e sia di comportamento. Attraverso l'ipnosi o l'autoipnosi è possibile accedere alla dimensione inconscia ed emotiva del soggetto. In termini scientifici di solito si tende a restringere il campo di definizione dell'ipnosi alla gestione consapevole di tale processo. Attualmente viene utilizzata scientificamente nella ricerca clinica e in ambito terapeutico .

Curiosità e Pregiudizi

Fra i pregiudizi diffusi sull'ipnosi (da cui derivano le riserve di alcuni pazienti) vi è quello secondo cui essa consentirebbe il controllo della mente e la perdita di coscienza. Questa idea, che corrisponde all'immagine dell'ipnosi riportata più frequentemente nella narrativa, nel cinema, nella fiction, e soprattutto in televisione, è fuorviante. Più corretto è dire che l'ipnosi fa vivere al soggetto un'esperienza di trance, senza tuttavia modificarne la personalità (e quindi, per esempio, la volontà o i principi morali).

10 Journey - Il viaggio dentro se stessi!

Spieghiamo cos'è e come funziona visto che la Journey è piuttosto nuova nel panorama italiano.

Il centro di tutta la tecnica, che si basa soprattutto sul rilassamento fisico-spirituale, è l'abbattimento di tutte le barriere emozionali, dimenticando condizionamenti che abbiamo assorbito e muri che abbiamo eretto intorno a noi. Liberarsi lentamente di tutto quello che può essere razionale, che Ariane chiama "armature intorno al nostro corpo". In un ambiente rilassante, amichevole, la Journey ci esorta ad ascoltare il nostro respiro, il nostro corpo, guardando a occhi chiusi dentro di noi, sentendo le nostre emozioni senza assolutamente opporci a esse, ma anzi dando "il benvenuto" a rabbia, frustrazione, delusione, impotenza, tristezza, solitudine, gioia, sicurezza, desiderio, autostima ecc. E', infatti, il percorso "benvenuto", con il quale ci abituiamo a sentire le emozioni tutte e successivamente ad accoglierle, facendo esaurire la loro energia, dando la possibilità di esprimersi, visualizzando eventuali persone o circostanze legate a queste, tutto il contrario che ci hanno sempre insegnato.

Vuoi approfondire? Contattaci gratuitamente !

Vuoi approfondire? Contattaci gratuitamente !

psicologi
Linkedin
Scritto da

Psicologia Del Miglioramento - Holistic Coach

Lascia un commento

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamiento personale