Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia rispondono gratis
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 11100 Psicologi a tua disposizione
    • 10250 Domande inviate
    • 52550 Risposte date

    Domande su famiglia

    • ? I miei dopo la mia separazione non accettano l'uomo che amo (2) 1 Risposta Inviata da Fra12. 7 mar 2017
      Miglior risposta

      Cara Fra, sarebbe interessante comprendere qual è la ragione di questa forte avversione della tua famiglia nei confronti di quest'uomo. D'altra parte credo che la tua situazione meriti un approfondimento e quindi il mio consiglio è di iniziare un percorso psicologico, anche per affrontare tutti i cambiamenti che hanno fatto seguito alla tua separaz

      Leggi tutto
    • ? La mia famiglia dopo la mia separazione non accetta l'uomo che amo 1 Risposta Inviata da Fra12. 6 mar 2017
      Miglior risposta

      Cara Fra, forse i tuoi sono preoccupati per il tuo innamoramento subitaneo! Sei separata solo da quattro mesi, hai rincontrato un tuo ex e sei follemente innamorata e rivendichi il diritto di vivere la tua storia d'amore. Giusto...ma ti consiglierei un po' di prudenza. Prenditi un po' di tempo per metabolizzare questi cambiamenti. Forse qualche sed

      Leggi tutto
    • ? Si può smettere di soffrire? Sono distrutta 1 Risposta Inviata da Anonima55. 27 feb 2017
      Miglior risposta

      Cara Anonima, la tua lettera fiume è un segno evidente che in tutti questi anni non hai avuto modo di parlare con nessuno. Hai però 24 anni, per cui anche se vivi in un paese, potrai spostarti in un centro più grande e rivolgerti alla Asl e chiedere qualche colloquio con uno psicologo. Ti consiglio di farlo, in questo modo avrai la possibilità di e

      Leggi tutto
    • ? Interpretazione di un incubo (depressione e suicidio) 1 Risposta Inviata da Sara398. 23 gen 2017
      Miglior risposta

      Gentile Giulia, Per dare un'interpretazione plausibile al tuo sogno, bisognerebbe conoscere in dettaglio la tua storia di vita. Per cui quelle che si possono fare leggendo solo il racconto del sogno sono solo ipotesi. La ragazza suicida in contrapposizione a te che ti salvi potrebbe simboleggiare il desiderio di un superamento da parte tua del prob

      Leggi tutto
    • ? Rifiuto verso la famiglia. Come comportarsi? 2 Risposte Inviata da Iri. 2 nov 2016
      Miglior risposta

      Gentile Iri, leggendo il suo racconto mi vengono in mente alcune domande. In che modo lei è sicura nell'affermare che i suoi genitori stanno soffrendo nel dovere aiutare la loro figlia con i nipotini?Ha chiesto loro come si sentono a riguardo? Ha mai esternato la sua sofferenza e i suoi sentimenti di delusione a sua sorella? Questi sentimenti indi

      Leggi tutto
    • ? La mia famiglia non accetta il mio ragazzo 7 Risposte Inviata da Anonimo184. 17 mag 2016
      Miglior risposta

      Gentile lettrice, purtroppo, senza rendersene conto, è stata lei stessa a far nascere e crescere nei suoi familiari l'ostilità nei confronti del suo ragazzo in forza dei dubbi e delle lamentele che lei ha iniziato a fare quando si è trasferita con lui a Milano contro voglia. Inoltre, quando lei, dopo qualche mese è ritornata dai suoi a Bologna, pro

      Dott. Gennaro Fiore
      Dott. Gennaro Fiore 19 mag 2016
      Leggi tutto
    • ? Sentirsi come un disco rotto 3 Risposte Inviata da Sara398. 4 apr 2016
      Miglior risposta

      Cara Sara, mi rattrista leggere il tuo dolore che è grande e parte da lontano, addirittura dalla pre-adolescenza. Non sempre è facile individuare da dove nasce questo malessere ; può nascere dall'ambiente familiare o da traumi esterni alla famiglia ma altre volte sembra nascere da una sorta di predisposizione caratteriale e comunque il confine tra

      Dott. Gennaro Fiore
      Dott. Gennaro Fiore 6 apr 2016
      Leggi tutto
    • Miglior risposta

      Cara Sara comprendo benissimo il tuo stato d'animo e la tua delusione però, ti dirò sinceramente, che non penso sia del tutto un bene che tu abbia fatto del miglioramento di tuo fratello l'unico tuo motivo ed interesse di vita (almeno così sembra dalla tua lettera, se ho compreso male non sò, questa è la sensazione). Credo che tutto quello che ti s

      Leggi tutto
    • ? Non so più che fare. Sto male. 7 Risposte Inviata da Cornelia2. 5 gen 2016
      Miglior risposta

      Gentile Cornelia, non è chiaro il motivo per cui sei ritornata in famiglia dopo essertene allontanata, essendo diventata maggiorenne, per stare col tuo ragazzo. Il tuo racconto è, a tratti confuso e incompleto e questo non aiuta per comprendere bene il contesto e consigliarti al meglio. Infatti non dici quanti anni ha il tuo ragazzo e se ha un

      Dott. Gennaro Fiore
      Dott. Gennaro Fiore 5 gen 2016
      Leggi tutto
    • ? Si può scegliere tra amore e famiglia? Come esco da questa situazione? 11 Risposte Inviata da SamanthaCiancioTodar. 6 ago 2015
      Miglior risposta

      Buongiorno gentile Samantha, ho letto attentamente la sua storia dove emerge uno stato di assoggettamento verso questo ragazzo che non preannuncia a niente di buono. Presumo che lei sia molto giovane e mi chiedo se ha amiche, hobby, interessi, progetti per se stessa, contatti sociali oltre questo ragazzo. Se si ama non si chiedono scelte cosi assur

      Leggi tutto
    • Miglior risposta

      Cara Eleonora, il tuo messaggio è davvero lungo e dimostra quanto tempo dedichi a cercare di far stare bene la tua amica. Mi ha incuriosita quando scrivi che parlare con lei, in questo momento, non è possibile perchè è troppo "immersa". Ho immaginato intendessi riferirti alla sua famiglia e al modo di vivere e relazionarsi che, da come ci descrivi

      Leggi tutto
    • ? Neo-sposa in crisi 7 Risposte Inviata da Poddina. 21 mag 2015
      Miglior risposta

      Cara Poddina, stai vivendo una situazione difficilissima, perché ti senti umiliata e violentata psicologicamente giorno dopo giorno. La depressione non è mai banale, anzi, è un disturbo serio è importante, e il comportamento di tuo marito e dei suoi parenti ti ci sta portando pericolosamente vicina. Parlane serenamente con lui, se ci riesci, cerca

      Leggi tutto
    • ? Innamorata di un narcisista? 2 Risposte Inviata da Maria346. 16 apr 2015
      Miglior risposta

      Gentile Maria, sembra descrivere un rapporto distruttivo caratterizzato da un'altalena emotiva in cui dalla salita in paradiso (passione, euforia, sentirsi importante unica e speciale) si passa alla discesa nell'inferno (rabbia, disperazione, sentirsi inadeguata). All'interno di una relazione di questo tipo, può crearsi un legame disfunzionale fatt

      Leggi tutto
    • ? Mi sono innamorata di un narcisista? 3 Risposte Inviata da Maria345. 16 apr 2015
      Miglior risposta

      Ascolta, ho letto solo parte di ciò che hai scrittomi son fermato al vampiro, a dir il vero. Chi ti risponde è un soggetto che ha sofferto di disadattamento cronico e ha vinto su un delirio paranoide della mamma. Mia mamma fece la stessissima cosa che hai fatto tu. Dico a te ciò che dissi a lei. Non esistono fuori da se cose che possono colmare il

      Anonimo 16 apr 2015
      Leggi tutto
    • ? Riuscirò ad avere una vita sessuale normale? 8 Risposte Inviata da Xxxxxxx. 14 lug 2014
      Miglior risposta

      Gentile utente, parto dall'ultima riga del Suo racconto: "Può la psicoterapia aiutarmi e fino a che punto?" Sì, certo, e - vista la situazione piuttosto articolata - soprattutto se condotta da uno psicologo anche psicoterapeuta specializzato in sessuologia clinica. Ne trova i nominativi sul sito della FISS (federazione italiana sessuologia scie

      Leggi tutto