Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia rispondono gratis
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    Condizioni
    • 10400 Psicologi a tua disposizione
    • 8900 Domande inviate
    • 49350 Risposte date

    Domande su difficoltà

    • ? Figlio DSA, una domanda.... 2 Risposte Inviata da Anonimo. 5 dic 2016
      Miglior risposta

      Gentile Marisa, per la mia esperienza professionale nel campo posso dirle che ogni bambino con DSA è diverso dall'altro e non ci sono "regole standard" da seguire. E' necessario, piuttosto, seguire una didattica e un approccio educaticvo in linea con il profilo di funzionamento emerso dalla valutazione svolta con gli specialisti. Alcuni bambini dis

      Leggi tutto
    • ? Ferito e deluso, perchè fuggire? 5 Risposte Inviata da DarioRicci. 9 nov 2016
      Miglior risposta

      Caro Dario, lei si è comportato egregiamente. Affettuoso ma mai insistente. E' ovvio e comprensibile il suo dispiacere, soprattutto perché la storia era cominciata veramente 'alla grande'. Le consiglio un percorso di sostegno, non perché lei ne abbia particolarmente bisogno, ma per evitare che la sua delusione la faccia chiudere in se stesso. e in

      Leggi tutto
    • ? Come posso uscire da questo disagio devastante? 4 Risposte Inviata da Marcello28. 14 ott 2016
      Miglior risposta

      Caro Marcello ho letto la tua storia con molta attenzione e man mano che procedevo avvertivo i diversi stati emotivi caratterizzati principalmente da ansia e rabbia. Le tue esperienze negative ti hanno indebolito e hanno generato in te credenze e convinzioni disfunzionali rispetto a te stesso, all'altro e alle relazioni. Fortunatamente l'ultimo pe

      Leggi tutto
    • ? ....lasciare o continuare??? 4 Risposte Inviata da R851. 22 apr 2016
      Miglior risposta

      Non sono d'accordo con il collega Di Fiore. Tu paghi una professionista per averne una aiiuto. Non hai doveri di riconoscenza, proprio per questo si paga. Il punto è che lei può aiutarti solo se Tu vuoi essere aiutata. Mi spiego con un esempio: se vuoi attraversare una giungla irta di pericoli ti fai guidare da una guida esperta di giungle, ma sei

      Dott. Marco Tartari
      Dott. Marco Tartari 24 apr 2016
      Leggi tutto
    • ? Ansia, che non se ne va più. Mente e corpo bloccati. 1 Risposta Inviata da AntonelloSerra. 15 apr 2016
      Miglior risposta

      Gentile utente, per gli effetti dei farmaci deve ovviamente rivolgersi al medico. Attualmente dovrebbe esserci uno stato depressivo, oltre all'ansia, considerati i farmaci e i sintomi. Mi domando se la sua amica abbia mai seguito una terapia psicologica. In caso affermativo nel primo episodio di malessere, probabilmente la terapia non è stata suffi

      Valentina Sciubba
      Valentina Sciubba 18 apr 2016
      Leggi tutto
    • ? Gli antidepressivi impediscono di avere rappprti sessuali? 3 Risposte Inviata da Fede14. 21 mar 2016
      Miglior risposta

      Gentile Fede, i farmaci antidepressivi possono avere diversi effetti collaterali e, tra questi, anche il calo della libido. Tu però dici che già prima di iniziare questa cura avevi problemi nei rapporti sessuali col tuo ragazzo e quindi ciò può essere imputato sia alla tua psicopatologia di base che a possibili problemi relazionali di coppia. Per q

      Dott. Gennaro Fiore
      Dott. Gennaro Fiore 28 mar 2016
      Leggi tutto
    • Miglior risposta

      Gentile Marcella, ritengo utile come primo intervento un controllo medico presso il pediatra con eventuale richiesta di accertamenti clinici. Esclusi i problemi organici occorrerà approfondire i fattori psicologici che possono giustificare il disagio espresso dal bambino. Per questo le suggerisco di rivolgersi ad uno psicoterapeuta dell'età evolut

      Dott. Gennaro Fiore
      Dott. Gennaro Fiore 11 mar 2016
      Leggi tutto
    • ? Come faccio a disinnamorarmi di mia cognata??? 3 Risposte Inviata da Samurai. 15 feb 2016
      Miglior risposta

      Samurai la situazione descritta risulta essere un poco "scollegata" nel senso che abbiamo delle intenzioni che sono di recuperare il rapporto con sua moglie e delle azioni che vanno in altra direzione e cioè di mantenere un forte contatto con sua cognata. Lei dice di non essere interessato più a nulla di quello che fa e dice sua moglie; inoltre dic

      Leggi tutto
    • ? Il tradimento di un genitore 7 Risposte Inviata da Cup. 12 feb 2015
      Miglior risposta

      Cara Annalisa, parta dal presupposto che a ridosso della laurea lei deve affrontare una serie di perplessità determinate dall'imminente affacciarsi al mondo del lavoro, prendere delle decisioni, insomma crescere e progettare il suo futuro. Già questo porta legittimamente uno stato d'animo ansioso sovente accompagnato da una sensazione di impotenza

      Leggi tutto
    • ? Perché sono ossessionato dal diventare famoso? 2 Risposte Inviata da Marco358. 9 dic 2014
      Miglior risposta

      Salve Marco intanto ti ringrazio per questa lettera che offre un'ampio spunto di riflessione anche rispetto a quanto avviene a livello sociale appunto con l'invasione (barbarica!?) di questi programmi; concordo che siano nocivi per i giovani e non solo. Ritengo anche esatto che l'ossessione e la spinta compulsiva alla celebrità, anche solo quella

      Leggi tutto
    • ? Perché la gente mi tratta come uno zerbino? 7 Risposte Inviata da Hax. 9 lug 2014
      Miglior risposta

      Gentile Laura, leggendo ciò che scrive appare molto arrabbiata. Spesso avere un Disturbo Specifico dell'Apprendimento rende "diversi" in modo estremamente negativo agli occhi degli altri. Mi vengono in mente due cose da scrivere; la prima è che fino a quando la sua rabbia sarà così elevata inevitabilmente diventerà bersaglio. Chi vessa si nutre d

      Leggi tutto
    • ? Problemi col mangiare fuori casa,come gestire la situazione? 9 Risposte Inviata da Dario39. 17 feb 2014
      Miglior risposta

      Gentile Dario, potrebbe essere utile consultare un Collega di persona per comprendere l'origine della sua ansia e imparare a gestire le sue reazioni emotive. Il corpo spesso "comprende" le situazioni prima della mente, e le somatizzazioni indicano una difficoltà nella gestione del conflitto psichico. Cordiali saluti, Dott. Giuseppe Del Signor

      Leggi tutto
    • ? Quale strada prendere quando l'incertezza pervade la coppia? 7 Risposte Inviata da Milena9. 14 ago 2013
      Miglior risposta

      Cara Milena, è molto doloroso vedere i propri piani per il futuro spezarsi , cosi come se fosse qualcuno abbia messo in prova la vostra sopravivenza di coppia. Io le consiglio ogniuno di voi di frequantare psicologi diversi per poter avere "tutta la atenzione " per se stesso. Cosi riuscirete di dare senso alla vostra vita prima come persone indiv

      Leggi tutto
    • ? Come trovo gli strumenti giusti per affrontare le difficoltà? 3 Risposte Inviata da Gio4. 5 apr 2013
      Miglior risposta

      Cara Gio, il rischio di queste storie dove vi è una delle due parti che tende ad appoggiarsi a peso morto sull'altra tendendo a creare dinamiche molto complesse di sensi di colpa e inadeguatezze, è quello che far si che una delle parti si debba sentire addosso il ruolo di crocerossina, salvatrice della patria e investita di una mission molto diffic

      Leggi tutto
    • ? Difficoltà a scuola durante le lezioni 5 Risposte Inviata da Pina4. 29 nov 2012
      Miglior risposta

      Gentile Pina, le rispondo prendendo spunto dalle sue ultime parole: "...nonostante le insegnanti e la pedagogista della scuola materna mi abbiano sempre detto che non aveva comportamenti patologici..). Ebbene, che cosa si intende o intendessero per "patologici" non è dato saperlo, sta di fatto che un bambino può manifestare disagi comportamentali p

      Leggi tutto