Ragazzo con problemi sessuali

Inviata da Marco Esposito. 10 gen 2017 2 Risposte

Salve,
erano un po' di giorni in cui ero indeciso sul da farsi, non sapere se affrontare finalmente il problema faccia a faccia, continuare a rimandare con il solito "poi si vedrà, non è niente" oppure mentire a me stesso dicendo che va tutto bene.
Alla fine ho optato per una "via di mezzo", non recarmi di persona in uno studio medico ma scrivere a dei professionisti in attesa di una risposta.
Tutto bene purtroppo non va, sono un ragazzo di 20 anni, fidanzato con una ragazza da 1 anno e 1 mese, ma che non riesce ad avere rapporti sessuali.
Sarò sincero : da quando frequento la 2° superiore, ho sempre trovato sfogo nella masturbazione. E continuo a farlo tutt'ora.
Durante la giornata, al pensiero che la sera potrei avere un rapporto, comincio ad essere nervoso, trovo molto più appagante e "tranquillo" masturbarmi piuttosto che "affrontare" un rapporto sessuale.
La conseguenza è che al momento del dunque non sono per niente calmo, fisicamente ho problemi di erezione, e si finisce punto e da capo.
Credo di stare sostituendo al rapporto sessuale la masturbazione, e sento che affronto la masturbazione nel modo in cui dovrei invece affrontare il rapporto sessuale stesso, cioè in maniera calma e tranquilla.
Da precisare che quando mi masturbo non ho per nulla problemi di erezione,anzi. (lo preciso per evitare un possibile coinvolgimento di problemi fisici nella vostra risposta).
Come posso risolvere una cosa che nel tempo mi creerà seri problemi?
Grazie

Argomenti simili

2 Risposte

  • Miglior risposta

    Gentile Marco,
    Dalle sue parole mi sembra di capire che lei ha ben chiara la sua difficoltà e soprattutto che il suo livello di sopportazione della situazione è agli sgoccioli.
    Immagino che abbia in cuor suo il desiderio di unione più profonda nel suo rapporto di coppia.
    Credo sia possibile che nella paura del rapporto sessuale si esplichi un timore di ciò che questo rappresenta, ossia la condivisione totale, l'unione, l'apertura all'altro. Stati emotivi che molto probabilmente spaventano un po', poiché implicano che noi abbassiamo le nostre difese.
    Di conseguenza, la masturbazione risulta essere una soddisfazione più privata e in qualche modo più protetta,che espone meno.
    Rispetto a questa riflessione, un'ipotesi, la invito a rivolgersi invece a un professionista perché un percorso terapeutico risulta essere un di più rispetto a una risposta telematica, se pur anche esso la espone maggiormente ad aprirsi e a scoprirsi nei confronti di un "altro".
    Sono a disposizione anche su Skype se vuole,
    Dott.ssa Lucia Moglie
    Psicologa Psicoterapeuta
    Ancona e Osimo

    Pubblicato il 12 Gennaio 2017

    Logo Dott.ssa Lucia Moglie

    97 Risposte

    42 Valutazioni positive

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia risolveranno i tuoi dubbi.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 11350 Psicologi a tua disposizione
    • 11000 Domande inviate
    • 54250 Risposte date
    • Gentile Marco,
      posso comprendere il suo disagio e la sua frustrazione.
      Sa, quello che racconta non è così infrequente tra i ragazzi giovani. Cosa rappresenta per lei il rapporto sessuale? Come mai, secondo lei, questo atto le causa tutta questa ansia e tensione?
      Queste difficoltà si presentano solo con questa ragazza o le era già successo con altre ragazze?
      Altre volte, questo tipo d'ansia può essere provocata dalla paura dell'instaurarsi di una gravidanza o del contrarre una malattia sessualmente trasmissibile. Potrebbe essere il suo caso?
      Provi a riflettere su questi aspetti, è un buon punto di partenza per fare chiarezza sulla sua situazione.
      Spesso situazioni simili a sua sono dovute proprio all'enorme ansia che permea il rapporto sessuale, che va ad inficiare l'erezione.
      A tal proposito, lei e la sua ragazza avete la possibilità di poter sperimentarvi in un rapporto sessuale in una atmosfera tranquilla e rilassata? Oppure vi è difficile trovare un momento giusto? Questo è molto comune tra i giovani in quanto, non vivendo da soli ma ancora con i genitori, trovano maggiori difficoltà nel ritagliarsi un po' di tempo per loro, per sperimentarsi in tranquillità.
      Le suggerisco, quindi, di rivolgersi ad uno psicologo specializzato in sessuologia, che certamente saprà aiutarla rispetto a ciò. In alternativa, per avere maggiori indicazioni, può anche rivolgersi ad uno psicologo online.
      Se non dovesse avere grande disponibilità economica, può rivolgersi al Consultori

      Leggi tutto

      Pubblicato il 11 Gennaio 2017

      Logo Dott.ssa Giorgia Salvagno

      119 Risposte

      82 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande