Non mi piace per niente la mia vita

Inviata da Andrea. 1 ott 2016 2 Risposte

Salve a tutti,
sono un ragazzo di 20 anni e ultimamente vista la mia situazione mi metto a ripensare a quanto sia stata dura e a tutte le brutte esperienze. Sono sempre stato preso in giro dalle elementari fino alla fine delle superiori, e anche umiliato pubblicamente da bulli che mi miravano senza alcun motivo, non sono mai stato un buon socializzatore, anzi a dirla tutta non lo sono per niente. Dalla scuola sono nati buona parte dei miei problemi, ho cominciato a fumare dalla 3° superiore, un anno veramente brutto e pieno di malinconia, rabbia, ecc, mi alzavo ogni mattina con la consapevolezza di andare lì ed essere preso in giro davanti a 30 persone per non so quale ragione, sono sempre stato un tipo che non vuole attirare l'attenzione delle persone se si trova davanti a un sacco di gente, e questa per me è stata una batosta. Ora che finalmente ho finito la scuola sono ancora pieno di problemi, sto 24/24h al pc a non fare praticamente nulla, ho abbandonato i miei amici con i quali uscivo prima, perché sono diventati dei tossici, gente che esce inisieme e poi si odiano sotto sotto e lo fanno solo per fumare droghe leggere insieme. Non ho mai avuto una ragazza, il che mi fa stare molto male, visto che mi dicono tutti che sono un bellissimo ragazzo e allora dove sono queste ragazze? Tutte quelle a cui interessavo per me erano brutte ragazze, quelle che interessano a me non mi si filano. Io non provo amore, non so cosa sia, vorrei soltanto avere una ragazza per arrivare a quel punto, forse perché non l'ho mai fatto. Comunque sia vorrei iniziare una relazione con una ragazza ma praticamente non mi piace nessuna, non sono omosessuale ma riesco a trovare il minimo difetto in qualsiasi ragazza, e poi con quelle con le quali ci provo (scrivendo su Facebook) non mi hanno mai risposto. Non posso uscire per alcune zone visto che incontrerei i bulli che mi hanno tormentato durante gli anni di scuola e che mi farebbero fare una figuraccia davanti a tutta la città urlando il mio nome. Vorrei provare e uscire ma purtroppo il mio ex gruppo di amici esce solo in quel posto e io non voglio andare a fare brutta figura. Ora sono praticamente solo nella mia vita, una vita fatta di rimpianti, rimorsi, rabbia, dolore. Inoltre non lavoro perché negli anni tutte quelle situazioni mi hanno fatto molto male che ora provo ansia immotivata anche quando sono a casa, con la paura che mi possa arrivare una chiamata di lavoro e incontrare nuovamente quelle persone, poi non so come posso desiderare una ragazza se tanto non posso uscire percé ci farei brutta figura pure con lei e sono anche molto timido, arrossisco per la minima cavolata. Poi nella mia vita ci sono anche i parenti (cugini soprattutto) che sono dei mammoni, a 20 anni raccontano ancora tutto alla mamma, alcuni a 30 anni vivono la vita a casa dei genitori giocando al pc dalla mattina alla sera, io non voglio finire come loro. Poi quasi tutti i miei parenti hanno il vizio di farsi i fatti altrui, e se hai un problema fanno di tutto per scoprirlo, per aiutarti? No, per sparlarne in giro. I miei cugini invece (quelli della mia età) si elogiano continuamente raccontando cose non vere durante le uscite tra parenti, nonostante la loro vita sia brutta riescono a campare di false illusioni, li invidio, perché se le raccontassi io certe cavolate la gente mi riderebbe in faccia. Inoltre credo di avere qualche disturbo della persona perché mi guardo allo specchio diversi minuti pensando alla mia bellezza esteriore e delle volte parlo da solo perché mi reputo l'unico che mi capisce, visto che i miei amici sono dei tossici, ragazza non ne ho, i miei genitori la maggior parte delle volte non mi capiscono e delle altre non mi possono aiutare minimamente. Ho la paura costante di stare invecchiando e che tra poco non potrò piu avere l'opportunità di cercare delle donne, cioè io non voglio averne solo una nel corso della mia vita. Ho tanti di quei problemi che non so che altro dire...

Argomenti simili

2 Risposte

  • Miglior risposta

    Gentile Andrea,
    molte delle cose che dici sono frutto sia della tua immaturità e della tua giovanissima età (anche se a 20 anni ti senti già vecchio!) sia delle esperienze traumatiche vissute e dell'ansia sociale sviluppata.
    Innanzitutto faresti bene a smettere di fumare tabacco perchè ti nuoce alla salute e perchè non ti aiuta certo a diventare più sicuro e assertivo.
    Quanto alle ragazze, ti lamenti di non averne ma dici anche che ne hai scartate diverse ritenendole tutte brutte e dando importanza solo all'esteriorità e alla possibilità di "arrivare a quel punto!".
    Inoltre critichi i tuoi cugini pettegoli e fannulloni mentre contemporaneamente hai paura che ti possa arrivare una chiamata di lavoro!
    Hai subìto bullismo a scuola ed ora tendi a non uscire ed evitare certe strade rassegnandoti a subire eventualmente il bullismo per tutta la vita senza pensare di poterti ribellare con una denuncia penale!
    Tuttavia, una cosa buona l'hai fatta ed è quella di esserti allontanato dagli amici che si drogano ma per il resto, caro Andrea, devi ripartire dall'inizio.
    L'inizio, a mio avviso, può consistere nel ricorrere senza indugio e al più presto ad un percorso di psicoterapia di cui hai molto bisogno per crescere come persona.
    Cordiali saluti.
    Dr. Gennaro Fiore
    medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

    Pubblicato il 09 Ottobre 2016

    Logo Dott. Gennaro Fiore

    3754 Risposte

    11038 Valutazioni positive

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia rispondono gratis
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 10900 Psicologi a tua disposizione
    • 9850 Domande inviate
    • 51400 Risposte date
    • Buongiorno da quelllo che racconta emerge una profonda sofferenza che non trova via d' uscita, il fatto che pensa di non avere il tempo di rimediare e' un fattore interno più che esterno poichementalmente sente un malessere che le fa vedere tutto in maniera fortemente negativa. In questo stato anche se non è consapevole conta anche quanto siamo predisposti alle nuove esperienze, e quanto gli altri percepiscano le nostre difficoltà. Il mio consiglio è di cominciare a lavorare su di lei in maniera sana, un percorso psicologico in questo può esserle molto di aiuto. Soltanto lavorando sulle sue difficoltà potrà essere pronto a creare nuove relazioni soddisfacenti. Dottssa Maria Pizzale

      Pubblicato il 04 Ottobre 2016

      Logo Dott.ssa Maria Pizzale

      64 Risposte

      24 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande