Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia risolveranno i tuoi dubbi.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 11350 Psicologi a tua disposizione
    • 11000 Domande inviate
    • 54250 Risposte date

    Tutte le domande

    • ? Come posso aiutare il mio fidanzato? 4 Risposte Inviata da Sara639. 22 giu 2017
      Miglior risposta

      Gentile Sara, sono evidenti le fragilità di questo ragazzo derivanti dalle sue insicurezze e dai suoi problemi non risolti che inevitabilmente si ripercuotono in modo negativo sulla relazione. Il suggerimento è di convincerlo ad intraprendere un percorso di psicoterapia individuale, integrato a giudizio del terapista con incontri di coppia. Cordial

      Leggi tutto
    • ? Difficoltà e blocco nello studio 3 Risposte Inviata da Margherita259. 22 giu 2017
      Miglior risposta

      Gentile Margherita, sicuramente la crisi familiare con annessi sconvolgimenti sentimentali avvenuti dopo la laurea e a cui fa riferimento l'hanno destabilizzata facendole perdere la calma e la concentrazione necessaria per i successivi studi e facendo riemergere precedenti paure di inadeguatezza che lei aveva combattuto con grinta e determinazione

      Leggi tutto
    • ? Vuoto 2 Risposte Inviata da Serena215. 22 giu 2017
      Miglior risposta

      Gentile Serena, può trattarsi di un disturbo dell'umore che necessita di essere curato e non sottovalutato anche per i frequenti pensieri di autolesionismo. La cura di elezione è la psicoterapia, associata se necessario ai farmaci. Ovviamente ha fatto male ad interrompere la precedente psicoterapia e dovrebbe darsi un'altra possibilità facendo il p

      Leggi tutto
    • ? C'è speranza o mi devo rassegnare? 3 Risposte Inviata da NoemiAvati. 22 giu 2017
      Miglior risposta

      Gentile ragazza, immagino che la pausa di riflessione non l'abbia chiesta lei ma questo ragazzo che dopo quasi un anno ancora non sa se vuole impegnarsi in un fidanzamento o continuare a recitare la parte dell'amico. C'è qualcosa che non torna e anche se si tratta di dubbi e paranoie da parte del ragazzo, sarebbe il caso che lui prendesse una decis

      Leggi tutto
    • ? come uscirne fuori? 5 Risposte Inviata da Mara55. 22 giu 2017
      Miglior risposta

      Gentile Mara, l'epilessia post-trauma cranico dovrebbe essere controllata abbastanza bene dai farmaci anti-epilettici, diversi dei quali sono di nuova sintesi. Pertanto lei può essere ottimista per la possibilità di un buon controllo delle crisi epilettiche. Quanto alle conseguenze psicologiche del trauma (senso di colpa, crollo dell'autostima, tur

      Leggi tutto
    • ? cosa si nasconde dietro questa ansia 6 Risposte Inviata da Vincenzo116. 22 giu 2017
      Miglior risposta

      Gentile Gennaro, occorre un percorso di psicoterapia per approfondire l'origine delle sue paure, delle sue ansie e dei pensieri ossessivi ad esse collegati che sono ovviamente molto disturbanti. Solo attraverso questo tipo di lavoro si potranno poi trovare le modalità per neutralizzare e gestire queste paure affrontando la vita con gioia e con sens

      Leggi tutto
    • ? Come posso affrontare questo problema che mi tormenta da anni? 4 Risposte Inviata da Angela222. 21 giu 2017
      Miglior risposta

      Gentile Angela, dovrebbe liberarsi dal senso di colpa passato e presente relativamente all'auto-erotismo, specie quando è un comportamento sporadico e non compulsivo. Tuttavia, a mio parere, l'auto-erotismo è comunque indicatore di isolamento e deficit di relazioni emotivo-affettive-sessuali per cui forse è questo il tema importante su cui lavorare

      Leggi tutto
    • ? Cambio psicologo? 4 Risposte Inviata da Carlotta31. 21 giu 2017
      Miglior risposta

      Buongiorno Carlotta, noi veniamo scelti dai pazienti e a volte può capitare che non si sia il professionista "giusto" per quella persona. Credo che sia opportuno che lei comunichi al collega questi suoi dubbi in maniera da valutare se e come continuare questo percorso. Cordiali saluti Dott.ssa Barbara Testa Psicologa Psicoterapeuta

      Leggi tutto
    • ? Mentire sull'università? 5 Risposte Inviata da Andrea601. 21 giu 2017
      Miglior risposta

      Gentile Andrea, Si sente tanta confusione nel racconto. Lei aspira alla laurea oppure è semplicemente un desiderio dei propri genitori? E' importante comprendere ciò che è maggiormente funzionale per lei in questo momento. Per gestire la complessa situazione mi rivolgerei ad uno psicologo al fine di individuare strategie mirate. I miei migliori au

      Leggi tutto
    • ? non so piu cosa fare e come salvare la mia storia e non soffrire 1 Risposta Inviata da Marty10. 21 giu 2017
      Miglior risposta

      Salve Martina, è difficile aiutarla soltanto attraverso un semplice messaggio. Posso solo rispondere alla sua domanda “è possibile che tutto ciò sia un disturbo ossessivo?”. Sì, è possibile, ma è solo una delle possibilità e non è possibile escludere altre opzioni in quanto bisognerebbe approfondire adeguatamente molti aspetti. I problemi ossessi

      Leggi tutto
    • ? si separa ...vuole me....e poi tempo.... Inviata da FABIA79. 21 giu 2017
      Domanda senza risposta- Rispondi ora
    • ? Il dubbio è già una risposta? 1 Risposta Inviata da Beatrice67. 21 giu 2017
      Miglior risposta

      Gentile Beatrice, nella coppia le crisi sono molto probabili e frequenti. Penso abbiate preso la decisione migliore allontanandovi e prendendovi del tempo per riflettere. Non ho ben compreso le ragioni della crisi, comunque un percorso individuale o di coppia potrebbe esserle utile per sbloccare la situazione. Resto a disposizione Dott.ssa Donatell

      Leggi tutto
    • ? Per favore aiutatemi... 1 Risposta Inviata da Marty10. 21 giu 2017
      Miglior risposta

      Gentile Marty, Sembrano proprio delle ruminazioni mentali ricorrenti. I pensieri ossessivi le riempiono la mente e non lasciano spazio ad altro. Non è comunque possibile fare diagnosi on line, le sarebbe di poca utilità. Ha già effettuato percorsi psicoterapici? Da quanto tempo presenta questi pensieri? Quali sono le emozioni dominanti? Le consigli

      Leggi tutto
    • ? Perché non riesco ad affrontare seranamente gli studi universitari? 3 Risposte Inviata da Chiara440. 21 giu 2017
      Miglior risposta

      Salve Chiara, comprendo la sua sofferenza. Lo studio che è sempre stato al centro della sua vita ora ha perso completamente interesse. Ha provato a considerare la possibilità di prendersi una pausa sabbatica e investire i suoi pensieri, interessi ed emozioni ad altri ambiti? Le suggerisco di considerare la possibilità di un percorso psicologico che

      Dott.ssa Braga Vanda
      Dott.ssa Braga Vanda 22 giu 2017
      Leggi tutto
    • ? Come fare a vivere con un madre paranoica? 2 Risposte Inviata da Juri4. 21 giu 2017
      Miglior risposta

      Buongiorno Juri, sua madre ha certamente bisogno d'aiuto, ma la sua patologia la rende al tempo refrattaria a chiederlo e lei non può obbligarla in tal senso. Le sue sorelle quale ruolo hanno nelle dinamiche familiari? Avete mai pensato di rivolgervi, come famiglia, ad uno specialista? Resto a disposizione Dott.ssa Vanda Braga

      Dott.ssa Braga Vanda
      Dott.ssa Braga Vanda 22 giu 2017
      Leggi tutto