Come faccio a sapere se sono affetta da ADHA?

Inviata da Rosaria Orlando. 16 feb 2017 0 Risposte

Salve.
Sono una donna di 36 anni spaventata e attenta a cercare di capire se i dubbi che ho abbiano qualcosa di fondato.
Attualmente vivo a Salerno.
Partiamo dal fatto che ho sempre sentito parlare di questa malattia in età adulta ovviamente e la mia mente spesso mi faceva pensare a quante similitudini c'erano pensando ai miei comportamenti.
Ieri è successa una cosa che mi ha spinta a cercare in maniera concreta delle risposte. Ero a Malta, passeggiavo all'interno della fortezza di un giardino e mi sono messa a camminare seguendo un ordine preciso nel mattonato. camminavo entrando da una mattonella all'altra e non dovevo toccare le fughe che dividevano il mattonato. In quel momento mi sono ricordata di quante volte lo facevo da piccola. Sempre.
Mia madre mi ricorda come una bambina ingestibile. Non stavo mai ferma. Ho fatto un solo anno e mezzo di asilo, mi rifiutavo di andare, volevo stare a casa a giocare con mio cugino. Le elementari le rifiutavo. ogni giorno rientravo e mi inventavo le scuse più assurde, raccontavo storie impossibili pur di non andare il giorno seguente. Ero un terremoto. Alla fine, quasi ogni giorno mi facevo venire mal di testa e mal di pancia pur di tornare a casa.
alle superiori ho fatto 6 anni. Sono stata bocciata in terzo perchè non frequentavo. Ma questo è legato al fatto che in secondo superiore ho avuto un episodio non bello con un insegnante e questo credo abbia avuto ripercussioni. Credo. Comunque, non è stata facile. Ricordo che dovevo leggere più volte uno stesso paragrafo per capirlo e anche quando lo capivo dopo poco lo dimenticavo. E' stato difficile. Ma non parlavo con nessuno di questo, mi vergognavo. Ho voluto andare all'università... qui altra sconfitta. c'era un esame così semplice. Psicologia generale. Niente. non riuscivo a passarlo. Studiavo e studiavo ma non lo passavo. Per problemi di salute ho lasciato. Vediamo, Do qualche altro indizio che mi fa capire che qualcosa in me non va.
Non riesco mai a terminare nulla. Inizio una cosa, anche un pensiero (per di più sono questi), che subito mi metto a fare o pensare un'altra cosa dimenticandomi della precedente. Mentre scrivo, sempre, sempre... inverto le lettere nelle parole. Anche adesso che sto scrivendo il dizionario mi corregge... per la mia mente l'ho scritta bene ma poi leggo e vedo la sottolineatura rossa e correggo.
Sono triste perchè mi guardo indietro e mi rendo conto che non sono mai riuscita a concludere nulla nella mia vita, sono una persona che si annoia subito, cambio spesso lavoro (pur essendo sempre la migliore nei lavori che svolgo, sempre cercata e corteggiata) ma niente, io mi annoio e cambio senza motivi fortemente validi. Nei rapporti interpersonali se gli altri riescono a starmi dietro è bene altrimenti mi perdono. Stessa cosa che succede nei rapporti con i miei compagni. Sono esageratamente impulsiva (e questo me lo dicono tutti), quasi indomabile. I miei atteggiamenti si alternano con momenti in cui voglio spaccare il mondo (nel senso che voglio fare miliardi di cose e sono super entusiasta) ad altri di depressione e tristezza perché nessuno mi segue. Vedo chi mi sta accanto privo di iniziative, vuoto, spento, e questo mi fa arrabbiare e poi mi intristisce perché mi sento infelice, insoddisfatta!! e inizio a dare colpe a me.
non so cosa fare. Sono piccoli segnali. Ma se guardo il mio passato ho forti convinzioni che qualcosa non va e se così fosse voglio stare meglio.
Il mio più grande problema è la memoria a breve termine. Dio quante cose leggo o faccio e me ne dimentico. Nell'immediato. Mi sento stupida. Mi sveglio la mattina che voglio fare mille cose e poi non ne compio neanche una e poi sono furiosa con me stessa. Sono condizioni complicate.
Nessuno vicino a me si è mai posto questo problema. Un mese fa sono venuti a trovarmi degli amici da Milano. Uno dei loro due figli soffre di questo problema. Bhe io non l'avrei mai detto!! Un bambino come gli altri, sempre sorridente, con tanta voglia di fare , insomma un ragazzo di 13 anni normale! E invece no! perchè si sono accorti a scuola del suo problema. Sono certa che il mio caso, come molti altri all'epoca siano stati ignorati.
Non so se sono cose riconducibili anche ad altre problematiche, so che può essere così però da qualche parte devo partire.
Vi prego! Cosa posso fare per capire se sono affetta da questa patologia.

Argomenti simili

0 Risposte

Domande simili: Vedi tutte le domande