Chiedere scusa all'ex compagna

Inviata da Luigi. 11 gen 2016 4 Risposte

Buongiorno, mi chiamo Luigi ed ho 60 anni. Trenta anni fa è terminata una relazione durata 4 anni; è stata molto intensa per le esperienze, l'attrazione, gli alti e bassi e la stessa passione per la montagna. E' finita bruscamente in un periodo della mia vita dove ho dovuto affrontare problemi di lavoro e della mia famiglia molto pesanti, sono crollato e ho reagito malamente. Ho chiesto la restituzione dei regali fatti, ho iniziato ad assillarla psicologicamente, insomma una forma di stalking per fortuna di tutti senza eccessi; questo mio comportamento è durato per alcuni mesi ed è cessato quando ho incontrato un'altra persona con cui ora vivo ed ho avuto dei figli, che però non mi ha dato le forti sensazioni passate. Per giungere alla comprensione ed accettare la fine di questa relazione ci sono voluti parecchi anni però ancora ora sogno questa persona. Il motivo di questo l'ho capito leggendo le Vostre risposte ad altri casi esposti.
Rimane una cosa che mi crea dei problemi, quando mi torna in mente questa relazione mi assale un intenso senso di vergogna e di rabbia per il mio successivo comportamento. Preciso che la mia gioventù e adolescenza è stata parecchio travagliata e alle spalle non ho avuto una famiglia normale su cui contare, la compagna di allora e i suoi genitori, in quel momento, erano ciò che mi mancava, cosa che ho capito dopo. Qualche tempo fa ho letto dell'importanza di chiedere scusa, che nella società odierna è sempre più raro, subito mi è venuta la tentazione di farmi vivo per farlo, per rimediare ai miei errori ed infine per trovare finalmente una pace interiore. Ora sono molto titubante su cosa fare perchè la paura di commettere nuovamente degli errori e di come verrebbe interpretato questo mio atteggiamento è tanta. Mi rendo conto che, con tutte le informazioni che oggi si possono avere, tante cose della mia vita potevano andare diversamente, questa consapevolezza mi confonde ulteriormente. Sono normali questi travagli interiori, il chiedere scusa servirebbe a placarli? A volte penso che potrebbe essere solo una scusa per rivederla e chissà... Sbaglio? Grazie per l'aiuto.

Argomenti simili

4 Risposte

  • Miglior risposta

    Gentile Luigi,
    penso che lei non sbaglia e che oltre alla rabbia per essere allora stato lasciato e alla vergogna per i suoi successivi comportamenti, lei, più o meno consapevolmente, spera in modo illusorio di rivivere in qualche modo entusiasmi passati.
    Pur comprendendo i suoi pensieri e i suoi bisogni, le sconsiglio di prendere delle iniziative in questo senso e le suggerisco invece di farsi aiutare in psicoterapia per avere la possibilità di ottenere una "catarsi" non pericolosa e riflettere sulle ragioni della probabile attuale insodddisfazione della sua vita coniugale e familiare.
    Cordiali saluti.
    Dr. Gennaro Fiore
    medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

    Pubblicato il 11 Gennaio 2016

    Logo Dott. Gennaro Fiore

    3547 Risposte

    10643 Valutazioni positive

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia rispondono gratis
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    Condizioni
    • 10400 Psicologi a tua disposizione
    • 8900 Domande inviate
    • 49350 Risposte date
    • Caro Luigi
      intanto grazie per seguire la nostra rubrica e se siamo riusciti a farla riflettere e a darle degli spunti interessanti ne sono felice.
      Ho capito molto bene quello che lei prova e il suo desiderio di sentirsi una persona "a posto", voler rimediare gli errori del passato e trovare la pace è un buon proposito a parer mio.
      Lei dice che l'attuale relazione non è stata così esaltante come quella vissuta però ha una stabilità e un significato forte dal momento che ora ha dei figli con la donna con cui ha scelto di vivere.
      Tuttavia, secondo me, è possibile che anche il desiderio di rivedere la sua ex giochi un ruolo importante insieme alle altre motivazioni nel farle desiderare un contatto, però credo molto anche nella sincerità della sua intenzione. Lei desidera anche che la persona del passato sappia che lei è cambiato. Farglielo sapere è una sua esigenza in quanto vuole rinobilitare e riscattare gli errori fatti.
      Capisco molto bene questa sua esigenza e il suo importante significato.
      Lei stesso sente però che sarebbe un poco rischioso e, forse potrebbe, il suo gesto turbare entrambi.
      Bisogna anche dire che non vogliamo mettere a rischio la sua serenità attuale e il rischio c'è.
      Che fare?
      Secondo me può scrivere alla ex una lettera di scusa molto semplice e senza dilungarsi; avendo ben chiaro che non si tratta di ri-aprire qualcosa ma di una sorta di ulteriore chiusura, come mettere davvero il sigillo con la parola fine alla storia.
      Se lei avrà ben chiaro questo non d

      Leggi tutto

      Pubblicato il 14 Gennaio 2016

      Logo Dott.ssa Silvana Ceccucci

      3077 Risposte

      5477 Valutazioni positive

    • Buonasera Luigi,
      tutta questa confusione non penso che possa esserle di aiuto in questo momento. Rifletta bene su tutte le implicazioni che potrebbe avere la sua decisione. Chiedere scusa è una cosa che le fa molto onore, ma traspare come il desiderio di voler chiedere scusa per poi avere una risposta. Questo non è il modo corretto di affrontare il perdono. Si dovrà aspettare reazioni che potranno essere non come se le aspetta.
      Un cordiale saluto e nel caso non esiti a contattarmi.

      dott.ssa Miolì Chiung
      Studio di Psicologia Salem

      Pubblicato il 11 Gennaio 2016

      Logo Studio Di Psicologia Salem
      Studio Di Psicologia Salem Milano

      221 Risposte

      865 Valutazioni positive

    • Caro Luigi,
      ci pensi molto bene prima di scombussolare la sua vita, della sua famiglia, e quella di un'altra persona che non vede da trent'anni. Provi proprio a fare un esercizio di immaginazione: si veda mentre chiede scusa alla sua ex, le possibili risposte che lei potrebbe dare e di nuovo cosa farebbe lei. Cosa si aspetta che possa accadere? Che risvolti potrebbe avere questo comportamento nella sua vita e rispetto a suoi "travagli"?
      Lei ha una buona capacità di riflessione, per questo le consiglierei di affrontare questa questione con uno psicologo della sua zona, per capire realmente se chiedere "scusa all'ex compagna" le basterebbe o se invece non ci sia delle altre motivazioni.

      Cordiali saluti
      Claudia Vian - Psicologa - Mirano Ve

      Pubblicato il 11 Gennaio 2016

      Logo Dott.ssa Claudia Vian

      49 Risposte

      42 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande