arti marziali come psicoterapia

Inviata da Vito. 14 apr 2012 13 Risposte

Esiste a Lecce o al massimo in Puglia e Basilicata uno psicoterapeuta o un centro che utilizza le arti marziali come psicoterapia?

Grazie,
VR

13 Risposte

  • Miglior risposta

    Caro Vito,
    solitamente le attività sportive, gli hobbies, gli interessi personali sono considerati della attività di autonutrimento sicuramente importanti per il benessere dell'individuo e promossi in molti approcci terapeutici. Tuttavia un percorso psicoterapeutico è ben altro e comporta un'analisi introspettiva delle proprie emozioni e pensieri in cui la semplice attività fisica non si può addentrare. Cordiali saluti. Dott.ssa Francesca Zoppi

    Pubblicato il 20 Aprile 2012

    Logo Dott.ssa Francesca Zoppi  Psicologa Psicoterapeuta

    112 Risposte

    125 Valutazioni positive

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia rispondono gratis
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    Condizioni
    • 10400 Psicologi a tua disposizione
    • 8850 Domande inviate
    • 49250 Risposte date
    • Ciao Vito IO sono Uno Psicologo che Fa Karate da 20 Anni ho scritto diversi articoli sulle arti marziali come aiuto e psicoterapia da contatto...
      La arti Marziali permettono una certa prossemica distanza rispetto dell' Altro...vada a cercare su internet proprio l'articolo Karate e Psicoterepia vedrà e molto interessante.

      saluti

      Pubblicato il 25 Aprile 2012

      Logo Dr.Elton Kazanxhi (Psicologo )

      15 Risposte

      5 Valutazioni positive

    • le arti marziali non possono essere equiparate alla psicoterapia, ma è interessante il fatto che lei le voglia unire come se fosse un unico corpus! cordialmente Dott.ssa Eva Scardone

      Pubblicato il 24 Aprile 2012

      Logo Dr.ssa Eva Scardone

      92 Risposte

      17 Valutazioni positive

    • Le arti marziali, sono una buona disciplina e come tutti gli sport sono utili. Però non possono sostituire una psicoterapia, che permette di conoscersi meglio.
      Cordiali saluti dott.ssa Silvia Parisi di Torino

      Pubblicato il 24 Aprile 2012

      Logo Dr.ssa Silvia Parisi Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa Torino

      44 Risposte

      14 Valutazioni positive

    • La psicoterapia è una tecnica che attraverso l'uso di competenze specialistiche ha degli obiettivi che incidono sul comportamento, le arti marziali sono discipline sportive che hanno l'obiettivo di trasmettere competenze per la gestione delle emozioni.Psicoterapia ed arti marziali, in modo differente, hanno l'obiettivo di migliorare il controllo emotivo.
      Lo psicoterapeuta è un esperto abilitato che ha effettuato percorsi differenti dall'esperto in arti marziali,gli ambiti di intervento sono molto diversi.
      Devo però dirle,che nella mia esperienza professionale,nella terapia di bambini con problematiche di gestione dell'ansia e dell'iperattività, ho trovato sempre molto utile consigliare alle famiglie di associare alla psicoterapia anche uno sport nell'ambito delle arti marziali.
      Dott. ssa Valeria Rinaldini

      Pubblicato il 24 Aprile 2012

      Logo Dott.ssa Valeria Rinaldini
      Dott.ssa Valeria Rinaldini Napoli

      67 Risposte

      27 Valutazioni positive

    • Buongiorno, penso che l’attività sportiva possa definirsi "psicoterapico-simile" perché favorisce l’emancipazione dell’Io, la sua naturale espressione, e un sano ridimensionamento della realtà".
      La pratica degli esercizi delle arti marziali può migliorare la salute mentale, sicuramente favorisce l’integrazione corpo-mente, il rilassamento, l’attenzione, la comunicazione, l’autoaccettazione; insomma, come una psicoterapia conclusa con successo, una pratica adeguata delle arti marziali innalza i sentimenti di armonia, di controllo e il proprio senso di autostima. il processo può essere lungo e avere momenti di crisi...., ma favorire un’occasione di crescita, in particolare per i soggetti che soffrono di sentimenti di inadeguatezza, un basso senso di autostima, ansia e depressione...ma non sostituisce un percorso di psicoterapia.
      Cordialmente, dott. G. Guadagnini

      Pubblicato il 19 Aprile 2012

      Logo Studio Clinico

      21 Risposte

      9 Valutazioni positive

    • Gentile Vito,
      sono uno psicologo e insegnate di kung Fu tradizionale. concodo con i miei colleghi che le arti marziali non possono essere considerate una psicoterapia, o sostituirla. posono essere un ottimo modo per sistemare alcune questioni di carattere generale. Aiutano ad imparare a valutare l'aggressività, a rispondere con il tono della forza interiore alla difficoltà. alcune arti marziali tradizionali permettono di riconquistare la propria voce, ottenebrata e offuscata da delusioni.
      lo psicodramma e la bioenergetica si avvicinano moltissimo con alcuni loro esercizi agli esercizi energetici del Tai chi C'uan,che se condotti da un Maestro o Istruttore esperto possono aiutare a controllare le tensioni e a conoscere meglio alcuni stati del copro e della mente.
      le posso indicare come consiglio quello di accertarsi che l'insegnate sia una persona con delle credenziali di buona conoscenza, non solo tecnica, ma anche di lavoro sull'energia. diffidi da persone che portano troppo l'attenzione sull'esoterico. le arti marzilai si fondano su un lavoro di costante fatica, sia fisica che di lavoro sul copro. questo porterà a ottimi risultati.
      se il suo fosse un problema più serio e profondo la strada migliore è sempre quella della psicoterapia.
      saluti e buona vita!

      Dott. Michele Dal Bo
      Psicologo e Consulente dello Sport

      Pubblicato il 18 Aprile 2012

      Logo Dott. Michele Dal Bo

      7 Risposte

      3 Valutazioni positive

    • Caro Vito,
      forse si è creata un pò di confusione.
      La psicoterapia e le arti marziali sono due cose ben distinte.
      Le arti marziali sono una disciplina sportiva, appoggiandosi ad una data filosofia, costituiscono anche una disciplina di vita, ma ciò non corrisponde a psicoterapia.
      Le arti marziali, come altre attività, possono avere valore terapeutico, possono dare benefico al corpo ma anche all'emotività, ma anche questo non corrisponde a psicoterapia.
      Vi sono forme di psicoterapia che utilizzano il corpo e certi esercizi corporei e/o mentali, come la bioenergetica, la gestalt, il training autogeno, ecc. ma sono tecniche che devono essere accompagnate poi ad un lavoro di verbalizzazione e di scavo, che ne permette la comprensione e l'utilizzo più profondo.
      Detto in poche parole, ciò che rende terapeutico un intervento è l'unione, la connessione esplicita e consapevole fra un dato sintomo, disagio o comportamento ed il suo significato sottostante, fino ad allora inconscio. Ristabilire questo legame consapevole, comporta la comprensione, quindi l'apertura al cambiamento. E' necessario ristabilire i fili che uniscono la nostra esistenza, formare un quadro chiaro fra presente, passato e direzione futura, solo così saremmo alleggeriti da emozioni, sensi di colpa, pesi irrazionali, che ci impediscono di crescere e cambiare.
      Quindi, se lei desidera intraprendere la disciplina delle arti marziali per sentirsi meglio, più sciolto, più tonico, più flessibile, più scarico, sì è

      Leggi tutto

      Pubblicato il 18 Aprile 2012

      Logo Sabrina Costantini

      109 Risposte

      115 Valutazioni positive

    • Gentile Vito,

      sono uno psicoterapeuta pugliese, esercito a Bari e mi sono specializzato in psicoterapia cognitivo-comportamentale a Lecce. In tutti questi anni non ho mai sentito parlare della possibilità di coniugare arti marziali e psicoterapia ne sul territorio pugliese ne su quello nazionale. Non posso aiutarla nel trovare il centro che cerca e tantomeno mi sento di indicarle questa come possibilità psicoterapeutica.

      Grazie

      Dott. Domenico Navarra

      Pubblicato il 17 Aprile 2012

      Logo Domenico Navarra

      84 Risposte

      20 Valutazioni positive

    • Gentile Vito

      Come altri colleghi hanno già detto, le arti marziali non possono essere equiparate a psicoterapia, anche se molte discipline marziali si fondano e nascono da filosofie antichissime ancora oggi molto valide.
      Credo che si possa dire che molte attività fisiche, tra le quali anche e soprattutto le arti marziali, possono avere valenze terapeutiche, soprattutto per il controllo e la gestione della rabbia.
      Se può interessarle esistono approcci psicoterapici che lavorano anche sul corpo, tipo la bioenergetica, la gestalt e in parte lo psicodramma. Credo però sia fondamentale sottolineare che uno degli aspetti fondamentali della psicoterapia è la relazione, la parola, la rielaborazione e tutto ciò che fa parte di una relazione umana.

      Sono certo che dentro di sè saprà trovare i motivi di una domanda così semplice nella formulazione ma così articolata nell'intento.

      Cordiali saluti

      Dott. Goffredo Luigi Bordese

      Pubblicato il 17 Aprile 2012

      Anonimo
    • Salve Vito,
      se vuole sapere se le arti marziali possano essere definite un tipo di approccio psicoterapeutico, direi proprio di no. Esisteranno sicuramente nella sua zona centri sportivi che applicano arti marziali, ma non come modalità di cura nell'ambito della psicoterapia.
      Sicuramente possono magari aiutare l'individuo a trovare una propria dimensione, migliorare la capacità di controllo, gestire la rabbia ecc... ma non sono sicuramente modalità psicoterapiche in quanto tali.

      Pubblicato il 17 Aprile 2012

      Logo Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta

      13 Risposte

      2 Valutazioni positive

    • Gentilissimo Vito,

      La psicoterapia è un percorso terapeutico che si basa su aspetti cognitivi, relazionali, emotivi e anche fisici e corporei. Tuttavia uno di questi aspetti non è prevalente sugli altri. Dubito o comunque non ho mai sentito parlare di percorsi di PSICOTERAPIA condotti attraverso le arti marziali. Probabilmente sono condotti da professionisti diversi da psicologi, medici o psicoterapeuti.

      Mi tenga aggiornato.
      Cordiali saluti.

      Pubblicato il 17 Aprile 2012

      Logo Dottor Cristian Livolsi - Psicoterapia e Sessuologia Clinica

      3 Risposte

      2 Valutazioni positive

    • Gentile Vito,
      Nella mia esperienza non ho mai sentito che le arti marziali siano o sostituiscano la psicoterapia.
      Tutte le attività fisiche o sportive possono essere un canale per scaricare tensione o stress..ma non sono psicoterapia!
      Diffida da chi le propone o le lascia credere questo.
      A Lecce non ne ho mai sentito parlare!
      Cordiali saluti
      Dott.ssa Maria Lucia De Vito

      Pubblicato il 16 Aprile 2012

      Logo De Vito Dott.ssa Maria Lucia- Psicologa Psicoterapeuta

      39 Risposte

      43 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande