Aiuto non so se lottare per salvare il mio matrimonio.

Inviata da mirror. 23 dic 2012 16 Risposte

Buongiorno a tutti. Ho 39 anni e sono sposato da circa 6 mesi con una ragazza di 28 anni che frequento da circa 5 totali. Prima di convolare a nozze avevamo delle indecisioni se rimandare o meno il nostro matrimonio dato che la casa che avevamo acquistato non era stata ultimata e lo sarebbe stata solo a metà 2013. Io le chiedevo di rimandare le nozze x questo motivo mentre mia moglie ha sempre insistito di celebrare il matrimonio sostenendo che per un altro annetto ci saremo "arrangiati" a continuare come "fidanzati" dato che non potevamo permetterci contemporanemente il lusso di pagare un mutuo per la casa acquistata e un affitto da pagare per convivere fino all'altimazione della nostra casa. Tanto perchè mia moglie non lavora e a ottobre avebbe iniziato una laurea specialistica all'uiversità mentre l'unico che lavora sono io che svolgo attività di libero professionista. Dal 28 giugno 2012 giorno delle nozze sino al mese di ottobre le cose sono andate perfettamente e, almeno secondo me, non vi era insoddisafzione nella coppia e entrambi avevamo accettato questa condizione precaria di li a poco risolvibile di non poter vivere insieme come coppia.Ma da ottobre sono iniziati i problemi. Mia moglie ha iniziato a sentirsi più distaccata e dalla metà di ottobre 2012 si rifiutava ed evitava qualsiasi rapporto non solo sessuale , ma anche intimo e/o comunicativo importante con il sottoscritto. Evitava approcci intimi e x ben circa 2 mesi non abbiamo avuto nessun tipo di intimità. Inizio ad insospettirmi e a chiederle cosa non andava insomma il perchè del suo comportamento a solo pochi mesi di matrimonio. Premetto che mia moglie è sempre stata una donna molto passionale che mi desiderava quotidianamente anche sessualmente.anzi paradossalmente si è sempre lamentata che ero io quello un pò restio e freddino nella coppia e che lei era sempre "costretta" a prendere l'iniziativa di ogni approcio anche se io a dire il vero, non ritengo sia così. In ogni caso vado a fondo x cercare di capire cosa le stava succedendo. La tartasso di domande le chiedo continuamente la causa dei problemi, se avesse conosciuto un altro uomo ecc. Ma lei niente nessuna risposta. Continuava a sostenere che era un momento un pò così e che sarebbe tutto passato che forse il matrimonio non era stata la scelta giusta e di avere aspirazioni lavorative contrastanti con una vita matrimoniale smentendo categoricamente una relazione fedifraga. Intanto continuava a rifiutarmi e a non volere rapporti con me fino a che un giorno decido di seguirla all'università e scopro che ha un'altra relazione con un ragazzo di 25 anni che frequenta il corso di università con lei.facendo finta di non sapere nulla il pomeriggio seguente continuo a tartassarla dei perché e a chiederle continuamente se c'era un altro uomo. Ma lei nonostate io già a conoscenza di questo(anche se lei non sapeva che io avevo visto tutto) continuava a negare tutto fino a quando non le confesso di averla seguita la mattina e di sapere e aver visto tutto anche le situazioni intime. Così a quel punto mi confessa di questo suo amante.mi dice tutto.anche i dettagli e i particolari.Mi confessa che sin da subito si è sentita attratta da questo ragazzo, che è stata lei stessa a fare il primo passo a baciarlo, a volerlo conquistare e a voler andare oltre con lui anche sessualmente che con lui era tutto diverso,che è perfetto per lei, che sembra si conoscano da sempre, che si sono detti delle parole importanti cone "ti amo" e fatti delle promesse importanti, che volevano sposarsi e avere una famiglia insieme ecc ecc. A me ha anche parlato di annullamento del matrimonio. Ora prima di Natale siamo a un punto di rottura di un matrimonio che sta per finire ancora prima di iniziare. Lei pensa a me e dice che non se la sente di lasciarmi che ha paura di sbagliare che è fortemente indecisa. Piange continuamente pensando a noi ai nostri progetti che avevamo, alla casa che avevamo realizzato e che aveva fortemente voluto lei e che dovevamo arredare con tutto il materiale da lei stessa scelto, piange se pensa al nostro viaggio di nozze al nostro passato.Però continuamente pensa a questo ragazzo.ora viviamo io a casa dei miei genitori e lei da sua madre che mnaccia di cacciarla di casa se non risolve la situazione con me. Si rifiuta di vivere e stare con me di avere intimità anche adesso sebbene sostiene di aver chiuso con questo ragazzo. Ma purtuttavia non vuole stare con me e non si sente che vuole condividere anche il letto per dormire insieme a me che vuole dormire e restare sola. Io le chiedo se vuole la separazione e vuole che io sparisca x sempre dalla sua vita ma lei non è certa e continua a dirmi che immaginarmi con un'altra la farebbe impazzire. Io le ho confidato che farò di tutto per salvare il matrimonio cosa in cui credo e che se lei si sente pronta a recuperare io posso perdonare e dimenticare, anche se sarà difficile, ma che condizione essenziale è che lei deve veramente volerlo, tagliare col passato e con questo ragazzo e farmi capire che ha sbagliato. Ora è ancora indecisa. in più si sono aggiunti i suoi famigliari specie sua madre che la tartassano e la pressano cercando di farle capire che ha sbagliato e che deve ricominciare con suo marito. Ma lei è ancora indecisa e non ne vuol sapere di prendere una decisione. Aiutatemi x favore io sono distrutto e non so come comportarmi. Devo starle vicino queste feste oppure la debo lasvaire sola?? Lei continua a chiedermi di passare il natele con lei ma è solo per ingannare i suoi famigliari in uanto si sente sempre indecisa. Non so Se devo darle un ultimatum e metterla di fronte a una scelta oppure se devo lasciarle del tempo e non cercarla. Ma mi è molto difficile. Mi manca stare con lei e passare il nostro primo Natale da sposati. Le ho detto che mi ha rovinato la vita che ha rovinato i nostri tempi più belli.lei piange e chiede perdono ma è sempre indecisa sul da farsi. Ha paura di sbaglaire. Possibile che a tre mesi di matrimonio si è già innamorata di un altro?? Di un ragazzino poi che lei stessa sostiene che non le può offrire nulla di solido in quanto è un ragazzino? Oppure anche lei è immatura e si sente ragazzina??mi ha anche detto che probabilmente andrà a vivere da sola e che sta cercando un lavoro perchè i genitori vorrebbero mandarla via di casa a causa di questa rottura e farle prendere le sue responsabilità delle sue scelte.Vi prego aiutatemi.non so cosa fare se lasciare tutto o recuperare e lottare anche se lei non mi aiuta in questo perchè è ancora indecisa. Sarebbe una cosa positiva lasciarla vivere x un pò da sola?? Io le ho anche detto di trovarci una casa in affitto per questi pochi mesi e che sono pronto fare anche questo ulteriore sacrificio economico ma lei non è nemmeno sicura di riuscire a vivere con me xke sostiene di avere paura di come adesso sarà la nostra convivenza.grazie e mi scuso per la lungaggine ma attualmente mi sento smarrito vuoto e perso perchè a 4 mesi dal matrimonio non mi aspettavo un tradimento e una crisi così aspra..ancoragrazie per le risposte e buona domenica.

Argomenti simili

16 Risposte

  • Miglior risposta

    "Un matrimonio non finisce mai solo per un'infedeltà: quello è un sintomo che qualcos'altro non va".
    "Ah sì? Beh, quel sintomo si [porta a letto] mia moglie". Sig. "Mirror", non è cinica ironia sul
    caso da Lei esposto, ma solo un tentativo teso a sdrammatizzare le cose e a collocarle in una
    cornice esplicativa. Nel film cui faccio riferimento ("Harry ti presento Sally"), nonostante la
    risposta sconsolata del protagonista, la definizione che il suo amico intellettualoide da' del
    significato psicologico di un tradimento, per certi aspetti rispecchia davvero la realtà di
    problematiche analoghe alla Vostra. Nel caso specifico, salta subito all'occhio il precipetare
    delle cose a poca distanza da un passo così importante come quello di convolare a nozze, e
    di sicuro, come Lei con molta consapevolezza sottolinea, il passaggio richiederebbe una fase di
    preparazione che predisponga i futuri coniugi al grande passo, ma non mi riferisco qui a qualche
    corso pre-matrimoniale, bensì a una cultura del matrimonio che di per se stessa è in crisi. Il matrimonio non è "la tomba dell'amore" e nemmeno una magica cerimonia retrò, in cui tutti mangiano, bevono e ridono solidali, quasi che da lì in poi il destino si tingesse di rosa. Succede
    anzi spesso il contrario. Ma perchè ? Perchè il matrimonio è un evento altamente stressante. Lo è
    per il semplice motivo che a partire dal giorno dopo, quindi dopo aver compiuto il "grande passo", da subito cominciano ad accavallarsi una ser

    Leggi tutto

    Pubblicato il 24 Dicembre 2012

    Logo Dott. Franco Fusi

    21 Risposte

    9 Valutazioni positive

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia rispondono gratis
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 10900 Psicologi a tua disposizione
    • 9850 Domande inviate
    • 51400 Risposte date
    • Dimenticala, registra sul cellulare una sua piena confessione del tradimento e vai da un legale.
      Se nn fai così, e ti separi consensualmente, finirà che dovrai anche passarle dei soldi, visto che nn lavora.

      Pubblicato il 07 Novembre 2013

      gepy
    • Salve . grazie a tutti veramente i professionisti e non che hanno valutato e preso in considerazione la mia situazione e la mia sofferenza. In realtà vivo nella città di Matera. Potreste consigliarmi qualche bravo psicoterapeuta di coppia zona Matera - Bari o anche Taranto. Grazie ancora per la Vs. disponibilità e cordiali saluti.

      Pubblicato il 29 Dicembre 2012

      mirror
    • grazie veramente a tutti per le Vs risposte. Noi siamo di Matera. Potreste consigliarci qualche buon ( anche come rapporto professionalità - prezzo) psicoterapeuta di coppia della mia zona andrebbe bene anche zona Bari. abbiamo deciso di intraprendere insieme una terapia con un tecnico - esperto.
      grazie ancora per la Vs. disponibilità.

      Pubblicato il 29 Dicembre 2012

      Anonimo
    • Gentile Mirror... letta così, sembrerebbe che la scoperta del tradimento e l'allontanamento della ragazza le siano piombati addosso come un treno in corsa. Senza voler sottovalutare il suo dolore sicuramente immenso ed il suo stupore, mi pare difficile credere che un comportamento simile non abbia dato le sue anticipazioni. Mi spiego meglio: credo che un tale e repentino ri-innamoramento di lei (con il suo possibile significato di fuga dalla responsabilità imminente) , il lasciarsi prendere così velocemente dalle emozioni che sembrano dover essere urgentemente consumate ed infine l'atteggiamento di chi cerca comunque la protezione e quasi la collusione del compagno maturo, siano tutti chiari segni di una grande immaturità. Mi chiedo che cosa l'ha attratta di questa giovane donna tanto da decidere di sposarla in così poco tempo. Fossi in lei Mirror, utilizzerei i miei risparmi per affrontare anche un breve percorso di sostegno ed approfondimento presso un professionista dell'anima. Cari saluti. Dott.ssa Sabina Orlandini, Torino

      Pubblicato il 29 Dicembre 2012

      Logo Dott.ssa Sabina Orlandini

      337 Risposte

      111 Valutazioni positive

    • Gentilissimo Mirror, la sua è una situazione davvero complicata e dolorosa, tuttavia, sarebbe il caso di non pressare troppo sua moglie e di lasciare che prenda del tempo per capire ciò che è e cosa vuole, del resto anche lei se tornasse con sua moglie adesso, sono sicura che il rapporto avrebbe delle difficoltà a causa del ricordo del tradimento scoperto, per cui le consiglierei di lasciare passare un pò di tempo e comunque se proprio vuole fare qualcosa per il suo matrimonio, provi a chiedere a sua moglie di iniziare una terapia sia personale ma anche di coppia!
      Auguri!

      Pubblicato il 26 Dicembre 2012

      Logo Dott.ssa Angela Virone

      315 Risposte

      147 Valutazioni positive

    • Carissimo,
      la situazione è molto delicata e altrettanto complicata.
      Dalle sue parole emerge una grandissima sofferenza, tanta delusione ed anche la difficoltà ad accettare una situazione ambigua ed insicura. è stato colto di sorpresa ed è sofferente per una situazione che ora sembra non essere più tra le sue mani.
      Le consiglio di riflettere sull'evolversi di questa storia, sui dettagli, sul prima, sui perchè di determinate scelte reciproche.
      Lei non ci ha parlato approfonditamente di com'era la vostra storia prima, e noi non conosciamo le vostre personalità e le vostre storie personali e familiari, per cui sarebbe sbagliato e imprudente dare consigli sul da farsi.
      Sicuramente l'unico suggerimento possibile è che ognuno di voi si prenda del tempo, che ognuno di voi si rivolga ad uno specialista in maniera tale da poter essere seguiti e supportati in questo momento tanto difficile e nelle future scelte. Affrettare la ragazza a prendere una decisione ora mi sembra poco utile e molto precario, e anche la sua decisione di tornare immediatamente a vivere con questa ragazza va ponderata e ragionata e dovrebbe basarsi su una scelta responsabile e ben presa.
      Rivolgetevi a due psicoterapeuti diversi, e seguite con loro un processo di crescita, comprensione e cambiamento.
      La sofferenza di entrambi va esplicitata e accolta da una persona esperta e in grado di aiutarvi nel modo migliore. Se ognuno di voi comincerà a star meglio, allora probabilmente ci potrebbe essere anche la pos

      Leggi tutto

      Pubblicato il 26 Dicembre 2012

      Logo Studio Di Psicologia Sostegnopsicologico

      108 Risposte

      36 Valutazioni positive

    • Salve Mirror (?),
      purtroppo non è possibile darle un consiglio su cosa sia giusto fare, soltanto lei conosce la risposta. Le suggerisco come prima cosa di rivolgersi prontamente ad uno psicologo che lavora nella sua zona e di cercare di fare chiarezza riguardo ciò che vuole e pensa sia giusto fare. Io potrei darle un consiglio ma corrisponderebbe alla scelta giusta per me e non è detto che lo sia anche per lei. Non abbia timore, rivolgersi ad uno psicologo l'aiuterà sia scaricare un pò della tensione che ha accumulato in questi mesi sia a fare chiarezza sulle scelte future. Spero di esserle stata d'aiuto. Un caro saluto. Dr. Francesca Figliozzi

      Pubblicato il 26 Dicembre 2012

      Logo Neuro-Psicologia, Dott.ssa Francesca Figliozzi

      50 Risposte

      30 Valutazioni positive

    • gentile Mirror lei racconta una situazione personale di grande sofferenza, di un legame importante che le ha dato una grandissima delusione, speranze interrotte, ricordi offuscati, e traspare la sua grandissima indecisione, se perdonare e ricominciare il vostro matrimonio o dare a lei e a sua moglie l'opportunità di iniziare un'altra vita. E' difficile darle qualsiasi consiglio e poi sua moglie sembra tutt'altro che vicina a una decisione.......Posso dirle solo di cercare un aiuto, da parte di una figura professionale esperta in terapia della coppia. Se sua moglie non fosse disponibile potrebbe servire a lei un aiuto, per superare questo momento così complicato e arrivare a una decisione. Lei mi sembra una persona molto comprensiva e profonda, nei sentimenti e nell'impegno di vita, penso che si possa prendere il diritto di ricevere aiuto in questo momento! Le sono vicina e le faccio il mio più grande in bocca al lupo perchè possa ottenere il meglio dalla vita
      dott.ssa Valeria Blarzino (FC)

      Pubblicato il 26 Dicembre 2012

      Logo Dott.ssa Valeria Blarzino

      15 Risposte

      4 Valutazioni positive

    • Salve! se volete capire meglio quello che sta succedendo e provare a salvare il vostro matrimonio vi consiglierei di intraprendere una terapia di coppia che vi permettera ' di scandagliare le vostre emozioni e motivazioni in profondita'... Chiaramente dovreste volerlo entrambi...
      Ci sono ottimi terapeuti della coppia in ogni citta', in bocca al lupo
      Dott.ssa R.M. Scuto

      Pubblicato il 25 Dicembre 2012

      Logo Dott.ssa Rosa Michela Scuto

      76 Risposte

      21 Valutazioni positive

    • Caro Mirror, comprendo appieno il suo disorientamento, il suo senso di crollo delle aspettative, di un sogno, di qualcosa in cui lei credeva fermamente. Io credo che ci sia stato un grosso misunderstanding tra di voi, nel senso che lei non si è mai davvero reso conto che purtroppo sua moglie è sempre stata troppo ragazzina per comprendere veramente appieno il senso di quello che stava facendo. Si è lasciata trascinare da un sogno e da una serie di emozioni ma vivendo tutto in modo estremamente bambinesco e immaturo. Tanto che, al momento in cui avete concretizzato, lei di fatto ha preferito rifugiarsi in una storiella adolescenziale con un ragazzo che lei stessa sapeva bene non poterle dare nulla di adulto. Ha trovato comodo e facile avere da una parte la passioncella adolescenziale che le avrebbe permesso di mantenere un legame con una condizione che lei non vuole abbandonare del tutto e al tempo stesso tenersi la base sicura con lei nascondendo la verità. Io credo che sua moglie debba decisamente crescere, e credo che non possa farlo avendo sia lei che le sue scappatelle. Io credo che sua moglie dovrebbe decisamente farsi le ossa con la vita, capire cosa significa essere adulti e solo allora semmai decidere con consapevolezza di tentare di salvare qualcosa di cui per adesso non comprende affatto il valore. Forse stando sola per un pò riuscirà a crescere, ma lei, per quanto dura possa essere, dovrebbe sparire per un pò e non cedere a essere lì pronto appena lei ha bisogno de

      Leggi tutto

      Pubblicato il 25 Dicembre 2012

      Logo Dott.ssa Chiara Pica - Studio SomaticaMente

      304 Risposte

      134 Valutazioni positive

    • Buongiorno gentile Mirror,
      si comprende dal suo scritto tutto lo sconcerto per questo "fulmine a ciel sereno" eppure niente capita a caso. L' espressionie che ricorre con più frequenza nel suo racconto è INDECISIONE quella di lei, la sua, la vostra se aspettare o no sui tempi della casa, sui tempi del matrimonio. E' come se tutti e due voi avete messo alla prova i sentimenti tirando da una parte e dall'altra ma con tanta indecisione. Si domandi se è buono per lei avere accanto una compagna così incerta e si interroghi sulla sua incertezza di volere o non voler lottare per questo matrimonio. Se sente che da solo non riesce a sciogliere i blocchi che le procurano tanta incertezza, degli incontri con uno psicologo potrebbero senz'altro aiutarla.
      Cordialmente
      Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

      Pubblicato il 25 Dicembre 2012

      Logo Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

      1697 Risposte

      2445 Valutazioni positive

    • Salve credo che seguire i propri sentimenti sia l'unica via corretta. Lei i suoi li conosce già, non potrei dire di quelli della sua compagna, se fosse disposta, le proponga di rivolgersi ad un tecnico capace e super partes quale è uno psicoterapeuta. Fare da solo è possibile ma l'ha portato fino a qua.
      Le storie di amore sono sempre molto irrazionali. Eviti di anticipare il risultato finale immaginandolo, piuttosto lo costruisca quotidianamente lavorandoci sopra e sbrogliando la matassa a partire dal chiedere a se stessi, cosa vogliamo? Cosa Temiamo?
      Saluti
      Dr Cristian Sardelli

      Pubblicato il 25 Dicembre 2012

      Logo Cristian Sardelli
      Cristian Sardelli Firenze

      119 Risposte

      36 Valutazioni positive

    • io non sono uno psicologo ma riesco molto bene a capirti perchè ho vissuto una situazione simile,innanzi tutto lasciami dire che ti ammiro perchè nonostante tutto quello che lei ti ha fatto sei disponibilissimo a perdonarla e a ricominciare daccapo,cmq posso dirti che date le circostanze è più che ovvio che lei non ti ama come tu vorresti ,è probabile che il suo amore si sia tramutato in affetto ed è per questo che è confusa e non sa quello che fare.Da una parte vede te che sei così buono da perdonargli ogni cosa e sei capace nel tuo piccolo di offirgli un futuro e dall'altra lei sa di aver sbagliato e sa anche che quella persona non gli avrebbe dato la tua sicurezza.Lei secondo me quello che realmente vuole è una storia passionale e un uomo che gli dia sicurezza per questo aveva questa doppia relazione. Non credo che tu la soddisfi al 100% ma solo al 50% ,io torno a ripetere che ti ammiro per il tuo buon cuore nel cercare di perdonarla ma chiedeti se vale davvero la pena di stare con qualcuno che non sa neanche se ti vuole e per giunta ti ha tradito... se lei non è sicura di quello che prova per te potrebbe farlo ancora.Intendi perdonarla a vita? forse sarebbe il caso di voltare pagina e di cercare qualcuno che ti desidera,ti apprezza e sopratutto ti rispetta,credo proprio che saresti molto più felice,non dimenticare che anche se riesci a convincerla lei forse non sarà mai felice con te.Scusa se ho sbagliato a dire qualcosa ma dico solo quello che penso

      Pubblicato il 24 Dicembre 2012

      angelo
    • Agiungo questo nel frattempo. Ieri ci siamo sentiti e mi ha detto che è arrivata a una soluzione : che lei con questo ragazzo ha chiuso e non lo sente più ma che in ogni caso non si sente di ricominciare con me. Questo ragazzo le ha fatto capire che tra di noi esistono dei problemi e che se ha fatto quello che ha fatto con lui è perchè non mi ama più... Che ormai è impossibile recuperare e che nulla sarebbe come prima.che è inutile che io le provi tutte per salvare questo matrimonio perchè non serve a nulla.mi respinge continuamente e il pensiero di dormire opassare le feste con me la preoccupa e la innervosisce.ma posibile una cosa del genere??si può essere più cinici crudeli e cattivi di così ? A soli 4 mesi di matrimonio si accorge che non mi ama più?? Io credo di vivere un incubo. Una situazione surreale e incredibile.poi mi ha anche fatto una proposta assurda. Passare il Natale e la vigilia sera con lei a casa dei suoi come ogni anno e fingere. E che cmq il Natale non cambia nulla è solo un girono come un altro. Dopo ognuno per la sua strada . se i suoi genitori la cacceranno di casa come minacciano vivrà sola altrimenti sterà sola a casa dei suoi...cosa faccio aiutoooo. Oggi la vigilia di natale continua a chiamarmi sul cell perchè probabilmente ha capito che io stasera non andrò a casa dei suoi e mi tartassa di chiamate solo per i suoi interessi.è un essere odioso. Ha rovinato anche il primo Natale da sposati.. È terribile. Non credevo potesse capitarmi una cosa del g

      Leggi tutto

      Pubblicato il 24 Dicembre 2012

      mirror
    • "Un matrimonio non finisce mai solo per un'infedeltà: quello è un sintomo che qualcos'altro non va". "Ah sì? Beh, quel sintomo [si porta a letto] mia moglie." Scusi Sig. "Mirror", non è un ironizzare cinico su una situazione con cui molte coppie sono spesso costrette a confrontarsi, ma nonostante la risposta sconsolata del protagonista del film "Harry ti presento Sally", la battuta dell'amico intellettualoide non ha niente di ridicolo e corrisponde molte spesso alla realtà dei fatti. Il matrimonio è un'evento a valore altamente simbolico, un cambiamento di vita che seppur catalogato come magico o all'opposto denigrato come "tomba dell'amore" dal NON BUON SENSO comune, è legato a quote di stress molto alte per via delle mutate condizioni ambientali in cui le persone si vengono a trovare. Lei stesso vi faceva riferiment, più o meno indirettamente, parlando di gradualità nel compiere il passo, il che dimostra un buon gradi di consapevolezza rispetto alle forti sollecitazioni cui si può essere esposti in un contesto apparentemente in linea di continuità con la storia fino ad allora vissuta insieme. In realtà il mutato contesto apporta ristrutturazioni emotiv0/affettive e cognitive spesso molto profonde e di difficilissima gestione, scenari nemmeno lontanamente ipotizzabili fino a poco tempo prima. Non mi dlilungo oltre qui, perchè ogni caso fa storia a sé, ma Vi invito a vedere davvero la crisi da voi sperimentata come un'enorme opportunità di cambiamento sia sul piano individu

      Leggi tutto

      Pubblicato il 24 Dicembre 2012

      Anonimo

    Domande simili: Vedi tutte le domande